home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Dall'Albania in Sicilia chili di marijuana e Kalashnikov: 7 arresti

Il Gico della Guardia di Finanza di Catania ha intercettato un traffico di droga e armi con l'operazione "Rosa dei venti". Le principali "piazze" di spaccio a Catania, Ragusa e Siracusa. Per altre 4 persone, spiccato un mandato di cattura europeo

CATANIA - Un’organizzazione criminale composta da italiani ed albanesi dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e di armi è stata sgominata a Catania dal Gico della Guardia di Finanza che, su delega della Procura, ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 11 persone. Quattro italiani e tre albanesi sono stati arrestati, per altri quattro indagati è stato emesso un mandato di cattura europeo.

Durante l'operazione, denominata "Rosa dei venti" sono stati sequestrati 20.000 euro in contanti. Dalle indagini è emerso che la banda negli ultimi anni era riuscita a trasportare in Italia dalla costa albanese oltre 3.500 kg di marijuana, sequestrati in più occasioni con l’arresto di oltre 20 "corrieri", assieme a fucili Kalashnikov e a centinaia di munizioni. Gli ingenti quantitativi di marijuana erano destinati alle "piazze" di spaccio di Catania e delle provincie di Ragusa e Siracusa. Il giro d’affari complessivo stimato dalla Gdf è di oltre 20 milioni di euro.


Nel maggio del 2015 mezzi navali del Corpo della Stazione Navale di Messina e del Comando Operativo Aeronavale hanno intercettato al largo di Riposto, un peschereccio proveniente dalle coste albanesi con a boro circa 900 chili di marijuana, due fucili Kalashnikov con caricatori e centinaia di munizioni. Gli arrestati sono stati bloccati tra Vittoria e Modica (Ragusa), a Palagonia (Catania) e nel quartiere San Giorgio del capoluogo etneo e sono stati rinchiusi in carcere. Sono catanesi Antonino Riela, di 44 anni, ritenuto punto di riferimento di più clan mafiosi etnei per l’approvvigionamento di sostanze stupefacenti; Vincenzo Spampinato, di 42, al quale il provvedimento restrittivo è stato notificato in carcere, e Gianluca Passavanti, di 37. L’altro italiano arrestato è Angelo Busacca, di 37 anni, di Ragusa. Gli albanesi arrestati sono Habilaj Moisi, di 39, Sulaj Maridian, di 29, e Minaj Fatmir, di 55. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO