home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Inaugurata "Pigrecoerrequadro", la mostra di Giuseppe Livio tra arte, vino e Eolie

L'esposizione sarà visitabile fino all'11 febbraio alle Cantine Privitera di Gravina di Catania

Si è aperta (e rimarrà aperta fino all'1 febbraio) alle Cantine Privitera di Gravina di Catania, la mostra di Giuseppe Livio "Pigrecoerrequadro", curata da Antonio Vitale.

Si tratta di dodici tondi su carta di cotone, nell'inusuale allestimento all'interno della Sala di invecchiamento della storica azienda vinicola, che esplorano l'universo emotivo che scatenano le Eolie: la natura selvaggia, volti e sguardi bidimensionali, animali dal fascino mitologico e, sullo sfondo - immutate da millenni ed eternate dalla letteratura di ieri e di oggi - le sette isole con i loro inequivocabili profili.

Completano l'esperienza sensoriale della visita alle Cantine Privitera i monumentali affreschi realizzati dallo stesso Livio sul soffitto della sala di invecchiamento: dall'alto di sei riquadri, un'antologia di personaggi e "maschere" del Settecento: re e cavalieri, osti, popolane e giullari di corte, ripresi da antiche incisioni, osservano allegramente i visitatori da basso e un po' sembrano prendersi gioco di quello sguardo spaesato e stupefatto.

Una piccola "Sistina in Cantina" con cui Livio celebra la socialità del vino e la trasversalità di analoghe esperienze: nobili e plebei, chi sobrio e chi ubriaco, condividono senza distanze il piacere (e le inevitabili conseguenze) dell'abbondare con il nettare divino.

Antonio Vitale spiega: «Il suo raccontare non ha niente di solo piattamente illustrativo, cerca nella saturazione dello spazio di un telaio la costruzione di architetture complesse, traboccanti di imprevisti formali e valori cromatici. In queste opere è possibile leggere di un'espansione di creatività, su carta a mano del maestro Franco Conti, che Livio ha "confinato" al di qua dell'infinita linea di un'immaginata magica circonferenza, la cui area "Pigrecoerrequadro", per l'appunto, rappresenta l'alchemico luogo in cui il pensato condensato in segni e colori diventa spazio possibile, verosimile».

La mostra e la serie di affreschi site specific per le Cantine Privitera concludono un intenso anno di produzione per Giuseppe Livio, artista poliedrico e che nella vita è anche docente di Storia dell'Arte al Liceo Scientifico Boggio Lera di Catania. "Pigrecoerrequadro - spiega - nasce durante il tempo trascorso alle Eolie, nell'isola di vulcano, dove curo una mia piccola vigna e si vive a strettissimo contatto con la natura e i suoi elementi primordiali. Il mio obiettivo era quello di far vedere che esiste un'anima dietro l'artista: anima che, se pura, si trasferisce nelle opere. Sono sempre più convinto che quello che appartiene alla natura racchiude l'esempio per noi esseri umani. Non voglio più stare lontano fra ciò che è naturale e il mio linguaggio. Non sono intenzionato a rappresentare e mi sento a mio agio solo se riesco a tenere gli occhi aperti".

La mostra, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino all'11 febbraio con i eguenti orari: dal lunedì al sabato 8.30-13.30 e 15.30-19.30. Domenica e festivi 8.30-13.30.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO