home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Rossella e Luca, vacanza d'amore e di sport a Turks and Caicos

La bella spadista catanese e il nuotatore veneto, coppia nella vita, hanno lasciato i loro impegni alle spalle e si sono concessi giornate di relax tra Caraibi e Stati Uniti, facendo in tempo ad evitare gli uragani Irma e Harvey

Lei in pedana, lui in vasca. Entrambi campioni dello sport mondiale, innamorati nella vita e con una straordinaria passione per i viaggi. Lei è Rossella Fiamingo, siciliana, doppia campionessa del Mondo e argento olimpico di spada; lui è Luca Dotto, veneto, campione di Europa in carica e vice campione del Mondo di nuoto: belli, bravi e capaci di offrire un messaggio positivo e vincente dello sport azzurro.


Rossella e Luca sono seguiti da tanti fan sia per i loro strepitosi risultati agonistici che per la loro bella immagine di giovani impegnati in discipline sportive che richiedono tanto allenamento, dedizione e rigore ma anche che sono capaci di vivere con entusiasmo la loro età e il loro tempo libero. «La vita è un viaggio -cominciano il racconto dell’ultimo viaggio Rossella e Luca, entrambi tesserati per il Cs Carabinieri, dopo essere partiti insieme dal Gs Forestale che li ha fatto conoscere nel 2012 proprio in occasione del corso di addestramento - e chi viaggia vive due volte».


Prima di riprendere a pieno ritmo allenamenti e stage in vista dei prossimi impegni agonistici, Rossella e Luca si sono regalati una vacanza tra Caraibi e Stati Uniti».


«Riuscendo ad evitare gli uragani - raccontano Rossella e Luca - per stare bene insieme in quella che è stata una bella vacanza lunga e veramente fortunata. Abbiamo passato una settimana a Turks and Caicos e un'altra settimana tra le Keys e Miami e il tutto mentre due uragani minacciavano la zona: Harvey e Irma. Il primo minacciava Miami e poi ha cambiato rotta e si è spostato in Texas; Irma invece ha fatto il nostro stesso tour passando dai Caraibi, le Keys e Miami. Per fortuna però noi siamo tornati esattamente tre giorni dopo il disastro che ha provocato Irma!». «Così abbiamo scampato ben due uragani - ci dicono sorridenti questi due straordinari campioni dello sport italiano - e la nostra vacanza è stata dipinta solo dal blu dal cielo e dal mare. A Turks and Caicos abbiamo vissuto in un appartamento sul mare e abbiamo avuto la possibilità di ammirare i più bei tramonti di sempre. Gli asini che passeggiavano in spiaggia rendevano ancora tutto più surreale».


«È stata una settimana molto rilassante - continua il suo racconto di viaggio Rossella, l’allieva del maestro Giovanni Sperlinga che insieme a Luca, anche in vacanza non si sono dimenticati di essere due grandi atleti dello sport mondiale, che anche in vacanza non posso permettersi di mollare la presa - ma non ho voluto rinunciare alla mia corsetta giornaliera. Così ogni giorno io correvo cinque chilometri nel lungomare caraibico e Luca invece nuotava al mare facendo anche lui diversi chilometri. In più avevamo deciso di non affittare mezzi a motore e così gironzolavamo per l' isola con le biciclette: insomma fermi, fermi non siamo stati mai!».


«Dopo la settimana a Turks and Caicos - continuano Rossella e Luca - ci siamo spostati in Florida dove abbiamo potuto toccare il punto più a Sud degli Stati Uniti, le isole Keys che distano pochissimi chilometri da Cuba! A Miami abbiamo fatto veramente i turisti visitando bene tutta la città e li purtroppo è stato impossibile darsi una controllata con la dieta!».
«Abbiamo trascorso dei giorni fantastici - non si ferma più Rossella - e se potessi farei la «travel blogger» di professione: adoro andare in giro per il mondo, scoprire i posti più belli e immortalarli. E invece faccio scherma che per mia fortuna mi permette comunque di viaggiare tanto, di conoscere culture diverse ma soprattutto mi regala emozioni che solo la pedana sa dare».


«Adesso occorre pensare alla prossima stagione - si fa poi seria Rossella che rimane sempre una grande campionessa, una «tigre» in pedana dove non molla mai e del resto vincere due titoli mondiali e un argento olimpico ne sono una dimostrazione - con il primo stage azzurro alle porte a Ischia in vista della prima prova di Coppa del Mondo in programma in ottobre a Tallin. Poi nel mirino le prova di Coppa del Mondo di Doha e Budapest e nel 2018 sotto con Europei e Mondiali».
«Gli appuntamenti di quest’anno sono esclusivamente gli Europei di agosto - ci dice invece Luche è il campione europeo in carica sui 50 stile - che rimane il primo obiettivo della stagione. Poi sotto in vasca per costruire più velocità in acqua. Le prime due settimane di ottobre ci sarà il primo ritiro della stagione e per la prima volta andrò a Livigno insieme agli altri velocisti. Il gruppo è giovane e sta crescendo e stiamo costruendo la squadra per gli Europei e per i Giochi di Tokyo 2020».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa