home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Serie C, l'Akragas sprofonda: all'Esseneto passa il Rende

I biancazzurri perdono 3 a 2. Difesa troppo fragile e condizione fisica scadente. Contestata la società.

Serie C, l'Akragas sprofonda: all'Esseneto passa il Rende

E’ allarme rosso in casa Akragas dopo la sconfitta casalinga contro il Rende (2 a 3) arrivata peraltro al termine di una partita che i biancazzurri non hanno nemmeno giocato male. Ma se la tenuta fisica è quella che è e se in difesa ci sono ancora amnesie alla fine contano gli episodi. Akragas meglio nel primo tempo, chiuso 2 a 1, dopo 45 minuti giocati con la palla bassa e con un gioco anche tecnicamente apprezzabile.

Salvemini e Parigi sembrano intendersi a meraviglia ed è Salvemini l’uomo in più dei biancazzurri: arriva spesso alla conclusione ed è lui che si procura e trasforma il rigore che dà il vantaggio all’Akragas. Il Rende accusa il colpo e il pareggio è un po’ casuale: Gigliotti raccoglie un pallone dal limite dell’area e insacca alla sinistra del portiere Vono. L’Akragas però non si scompone. Il gol arriva sì allo scadere, ma l’azione è bella ed è un vantaggio meritato. E’ Mileto a spingere in gol un cross da fondo campo di Sepe.

Nella ripresa cambia tutto perché fisicamente l’Akragas, che ha cominciato la preparazione molto in ritardo per via delle solite vicissitudini societarie e grazie ad un mercato fatto quasi solo ed esclusivamente di giovani, crolla. Ma prima ci sono un paio di occasioni sprecate per i biancazzurri. Poi fisicamente l’Akragas sparisce, Di Napoli in tribuna non legge benissimo il match, e il Rende in tre minuti chiude la pratica: prima è Franco e poi è Rossini.

L’Akragas forse non meritava la sconfitta ma è significativo che in quattro partite ufficiali siano arrivate altrettante sconfitte, con tredici gol subiti e tre fatti (due dei quali su rigore). A fine match c’è stata la contestazione degli ultras alla società guidata da Silvio Alessi e Marcello Giavarini. Soprattutto quest’ultimo non è esattamente il preferito dalla piazza. In tribuna c’era Infantino, l’ex tecnico del Gela, mentre in settimana si attendono novità in società.


Il TABELLINO

AKRAGAS: Vono 6, Mileto 6, Danese 6, Sepe 6, Russo (dall’81 Pisani), Vicente 6,5, Carrotta 5,5 (dal 60’ Franchi 5,5), Saitta 5,5, Longo 6, Parigi 6,5 (dal 64’ Moreo 5,5), Salvemini 6,5. All.: Di Napoli. A disp.: Lo Monaco, Caternicchia, Ioio, Canale, Navas, Greco, Minacori, Petrucci, Amella.

RENDE: Forte 6,5, Viteritti 6 (dal 46’ Godano 6), Pambianchi 6, Sanzone 6, Gigliotti 6,5 (dal 63’ Franco 6,5), Ricciardo 6, Actis Goretta 6 (dal 63’ Vivacqua 6), Rossini 6.5, Blaze 6,5, Porcaro 6, Laaribi 6,5. All.: Trocini. A disp.: De Brasi, Boscaglia, Marchio, Cassalia, Germinio, Coppola, Felleca, Franco, Vivacqua, Savatteri, Novello.

ARBITRO: De Remigis (Teramo); ass.: Marinenza (L’Aquila) e Ruggieri (Pescara).

RETI: Salvemini al 12’ su rigore; al 29’ Gigliotti; al 45’ Mileto; Franco al 78’; all’82 Rossini.

NOTE: angoli 10 a 5; ammonito Danese, Vicente (A). Porcaro.


LA CRONACA


Al 4’ Rende subito pericoloso: assist di tacco di Actis Goretta, tiro in diagonale di Laaribi, Vono in uscita chiude lo specchio della porta in angolo.

Al 12’: il rigore per l’Akragas: Parigi difende in bel pallone in area di rigore e dà la palla a Salvemini. L’attaccante cerca lo spazio per il tiro, ma è atterrato. Batte lo stesso Salvemini ed è rete.

Al 17’ bel pallone lavorato da Salvemini che dà in mezzo, Parigi prova il tap in ma c’è un deviazione provvidenziale di un difensore in area. Sul successivo corner è ancora Parigi con un imperioso stacco sfiora la traversa.

Al 27’ è ancora Salvemini a concludere da fuori area, con Forte costretto in angolo.

Al 29’ dopo un batti e ribatti al limite dell’area, la palla finisce a Gigliotti che dal limite dell’area scaglia un rasoterra angolatissimo dove Vono non può arrivare. 1 a 1.

Al 34’ la reazione dell’Akragas: Russo tira da fuori area ed è ancora Forte a deviare in angolo.

Al 37’ Laaribi da fuori area calibra un tiro a giro diretto all’incrocio, ma Vono ci arriva e devia in angolo.

Al 45 Longo raccoglie un pallone che sembrava perso, passaggio filtrante per Sepe che mette in mezzo dove arriva Mileto per il tap in vincente. 2 a 1.

Al 51’ è ancora l’Akragas pericolosa ed è sempre Salvemini a concludere a rete, ma il suo tiro è strozzato.

Al 63’ Laaribi di testa in tuffo manda di poco alto.

Al 69’ Bella combinazione Saitta, Salvmini, Moreo con Saitta che conclude in diagonale chiamando Foet ad un intervento in angolo.

Al 78’ il pari del Rende: ancora un tiro da fuori area, stavolta di Franco, e una doppia deviazione che mette fuori causa Vono. E’ 2 a 2.

Al 82’ il Rende passa in vantaggio: bella azione di Blaze che si mangia Franchi e pallone in mezzo preciso per la girata di testa di Rossini.

All’83’ l’Akragas può pareggiare: bel contropiede con la palla che finisce a Salvemini, il primo tiro è ribattuto, ma poi l’attaccante agrigentino anziché servire Franchi libero in mezzo all’area insiste con l’azione personale. Nulla di fatto.

All’84’ il Rende con Rossini sbaglia il gol a porta vuota: è Rossini che di piatto spedisce al lato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO