home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Serie C, il Catanzaro mette al tappeto l'Akragas

Finisce 3 a 1 per i calabresi: biancazzurri poco concreti e penalizzati dagli errori difensivi

Serie C, il Catanzaro mette al tappeto l'Akragas

Il gol di Sepe

CATANZARO – AKRAGAS 3 - 1

CATANZARO: Nordi 6, Maita 6,5, Benedetti 6, Zanini 6, Marin 6 (dal 60’ Onescu 5,5 ), Riggio 6, Letizia 6 (dal 82’ Di Nunzio s.v.), Spighi 6, Sirri 6, Puntoriere 5,5 (dal 60’ Cunzi 6,5), Falcone 5 (dal 78’ Infantino 6). All.: Erra 6. A disp.: Marcantognini, Nicoletti, Marchetti, Kanis, Pellegrino, Imperiale, Lukanovic, Anastasi.

AKRAGAS: Vono 6, Pisani 4,5, Russo 5,5 (dall89’ Navas s.v.), Mileto 6, Sepe 6,5, Longo 5,5, Scrugli 6 (dal 76’ Franchi 5,5), Carrotta 6 (dal 82’ Moreo s.v), Salvemini 6, Vicente 6,5, Parigi 5,5. All.: Di Napoli 5,5. Lo Monaco, Ioio, Caternicchia, Canale, Greco, Franchi, Gjuci, Rotulo, Saitta.

ARBITRO: Lorenzin 5,5 (Castelfranco Veneto)

MARCATORI: al 4’ Letizia (C, su rigore), al 15' Riggio (C), al 37' Sepe (A), all'84' Cunzi (C)

NOTE: angoli 5 a 8; ammoniti Spighi, Onescu (C); Vono (A). Recupero 1 + 5.

L’Akragas esce sconfitta dal Ceravolo di Catanzaro, al termine di un match che fino a cinque minuti dal termine è stato comunque in bilico. Il problema è che il possesso palla degli agrigentini (63%  a 37%) – che hanno finito il match con un 4 2 4 super offensivo – è stato un po’ fine a se stesso perché poi è mancata l’accelerazione decisiva. E inoltre ci sono stati errori individuali marchiani come quello di Pisani che ha causato il rigore e lasciato solo Riggio in mezzo all’area e che ha poi bucato l’intervento sulla trequarti dando il via libera ad un 4 contro 1 col quale il Catanzaro ha chiuso il match. E poi gli attaccanti non segnano, con Parigi che ha sbagliato almeno due clamorose occasioni. E in trasferta se non sei concreto rischi di perdere anche le partite che possono pure essere recuperato.

Sul taccuino anche due rigori, un per parte, negati dall’arbitro. Se ci fosse stato il Var anche in serie C, la decisione sarebbe stata corretta. Ma questo è un altro discorso. Sta di fatto che già al quarto d’ora l’Akragas è sotto di due gol, prima col rigore trasformato da Letizia al 4’ e poi con il raddoppio dell’ex Riggio al 15’ lasciato solo in mezzo all’area. L’Akragas ha accorciato con Sepe al suo primo gol tra i professionisti. Nella ripresa Akragas che fa la partita, ma su contropiede all’84’ è Cunzi che la chiude.

LA CRONACA.

Al 4’ c’è un fallo su Letizia ed è rigore: sul dischetto va lo stesso attaccante giallorosso che spiazza Vono.

Al 15’ c’è il raddoppio: segna Riggio, l’ex di turno, lasciato solo in area da un disastroso Pisani.

Al 30’ la prima reazione dell’Akragas: Parigi si gira al limite dell’area ma il suo tiro è fuori di poco.

Al 34’ Sepe accorcia le distanze concludendo un bel triangolo con Salvemini. Il suo diagonale è imprendibile per Nordi.

Al 37’ Parigi si mangia letteralmente un gol fatto: solo con la porta spalancata davanti a sé riesce a sparare fuori.

Al 48’ Salvemini è atterrato in area. Se cii fosse stato il Var sarebbe stato rigore netto. Ma in serie C non c’è il Video Assistent Replay e dunque nulla di fatto.

Al 55’ Nordi respinge malissimo un tiro di Vicente ma Parigi non è pronto.

Al 68’ fiammata del Catanzaro: Botta di Zanini dalla distanza, ma Vono respinge anche se con fatica.

Al 74’ da calcio d’angolo dell’Akragas parte il contropiede di Cunzi che si presenta da solo davanti a Vono. Cunzi non controlla bene, ma Vono lo stende. Era probabilmente rigore, ma arbitro lascia correre. Si accende anche un parapiglia e Vono è ammonito.

Al 78’ altra occasione per l’Akragas: Longo mette in mezzo, ma né Franchi né Pisani trovano la deviazione decisiva.

All’84’ Cunzi la chiude: contropiede velocissimo dei calabresi, buco di Pisani, e giallorossi che si presentano in due davanti a Vono. Per Cunzi il tocco sotto è bello tecnicamente. L’assist è di Infantino.

SPOGLIATOIO

"Merito al Catanzaro - ha detto il tecnico dell'Akragas Lello Di Napoli - per la vittoria, ma la mia squadra non ha per nulla sfigurato. Ha sempre cercato di giocare a calcio. Dopo i quindici minuti iniziali, abbiamo giocato bene, disputando un discreto secondo tempo e meritavamo di pareggiare. Il Catanzaro ha tanti ottimi giocatori, una squadra costruita per vincere. I giallorossi alla prima occasione ti fanno male. C'è tanto rammarico perché potevamo portare a casa un risultato positivo. Sono contento per la prestazione. Volevamo fare una partita aggressiva, soprattutto nei primi 25 minuti, ma non ci siamo riusciti a causa anche della fatica fatta sabato scorso contro il Siracusa. Ma non cerco alibi, abbiamo perso contro una grande del campionato. Prestazione super, ma purtroppo usciamo ancora sconfitti. Sono fiducioso per il prosieguo della stagione."

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO