home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Record di visite per la Valle dei Templi

Il 2017 ha registrato un + 23,5% di visite rispetto all'anno precedente

Record di visite per la Valle dei Templi

Agrigento - Cresciuta proporzionalmente più del doppio del Colosseo e degli Uffizi, e con più visitatori assoluti di Paestum, Ercolano e del museo Egizio di Torino. Parliamo della Valle dei Templi di Agrigento. I numeri, infatti, confermano l'eccezionalità del 2017, vero e proprio anno delle "meraviglie" per la nostra area archeologica.

I risultati del 2017, con un + 23,5% di visite rispetto all'anno precedente (toccando per la prima volta quota 870mila visitatori) hanno consentito al Parco di collocarsi infatti tra i beni culturali che, in un anno complessivamente molto florido per il Bel Paese, hanno ottenuto il maggior numero di accessi. A dirlo è il semplice confronto tra i numeri ufficiali della Valle e il report nazionale realizzato dal Ministero dei Beni Culturali, che nei giorni scorsi ha indicato i dati di tutti i musei, le aree archeologiche e i palazzi storici italiani. Informazioni che, va precisato, non ci sono ancora a livello isolano: l'Autonomia, infatti, delega alla Regione la gestione del patrimonio culturale, e ancora oggi vi è un dato completo degli altri siti siciliani (molti, a quanto pare, non avrebbero ancora nemmeno trasmesso i dati, ma contestualmente a Palermo i continui cambi di dirigenza non agevolano il lavoro).

Così, in attesa che ci sia qualcuno che si occupi della questione non resta che far parlare i dati.

A livello di visitatori assoluti, dicevamo, la Valle supera il Museo Egizio di Torino (845.237 visitatori), la Reggia di Caserta (835.654 visitatori), Palazzo Pitti (579.640 visitatori) e quasi doppia Paestum ed Ercolano (rispettivamente 441.037 e 461.037) oltre che il Cenacolo di Leonardo (416.337 visitatori).

Il Parco Archeologico (che comunque negli anni passati è rimasta a livello isolano solo la terza grande attrazione per accessi, dopo Taormina e Siracusa), mostra i muscoli poi soprattutto sotto il profilo del trend di crescita, che è in realtà il vero expolit del 2017. Quel 23,5% percento di accessi infatti è più del doppio di quanto abbia fatto il Colosseo, che si ferma ad un +10%. Imparagonabili, ovviamente, sono i numeri assoluti: il monumento romano è infatti stato visitato da oltre 7 milioni di persone in un solo anno. Stesso discorso vale per Pompei (anche qui, se i visitatori complessivi sono stati 3.382.240, la percentuale di aumento rispetto all'anno scorso è di solo il 7,60%) e gli Uffizi (2.219.122 visitatori, +10,40%) che rappresentano i primi tre siti per numero di accessi in Italia.

Il dato del Parco, ad oggi, è tra l'altro il migliore in Italia tra i siti di maggiori dimensioni: stando ai dati del Ministero, se a crescere di più è stata la Reggia di Caserta (22,80%), questa si ferma evidentemente a oltre 0,7 punti percentuali dal dato agrigentino. Bissare anche nel 2018 (facendo i dovuti scongiuri) è adesso d'obbligo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO