WHATSAPP: 349 88 18 870

Autista agrigentino simula rapina per giustificare sesso con prostituta

L'uomo doveva tornare con il pullman in Sicilia ma aveva speso tutto il denaro, 600 euro, che il datore di lavoro gli aveva anticipato per il rientro

Passeggiata a "luci rosse",  tour della prostituzione a Palermo

MONTECATINI TERME (PISTOIA) - Ha simulato una rapina, ma in realtà aveva speso tutti i soldi con una prostituta. Protagonista l’autista 32enne, residente in provincia di Agrigento, di un bus di una linea privata che nella mattinata di ieri aveva raccontato ai carabinieri di Montecatini (Pistoia) di essere stato affrontato da tre malviventi di origine nordafricana armati di coltello che, mentre stava preparando il mezzo per tornare in Sicilia, gli avevano intimato di consegnargli il portafogli, contenente i 600 euro che il datore di lavoro gli aveva anticipato per le spese del viaggio.

I primi accertamenti dei carabinieri hanno evidenziato varie incongruenze nel racconto dell’autista, che alla fine ha dovuto ammettere di essersi inventato tutto per giustificare di aver speso denaro con una prostituta, con la quale si sarebbe intrattenuto la sera precedente. L’uomo è stato quindi denunciato per simulazione di reato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa