WHATSAPP: 349 88 18 870

Parto trigemellare ad Agrigento, i bebè stanno tutti bene

Ginecologia in festa all'ospedale S.Giovanni di Dio

Parto trigemellare ad Agrigento, i bebè stanno tutti bene

AGRIGENTO - Parto trigemellare all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Tre fiocchi, due rosa ed uno azzurro, sono stati appesi al nido del reparto di Ginecologia ed Ostetricia, diretto dal dottore Salvatore Incandela. Non accadeva da anni.

Una casalinga agrigentina, Paola Zagarella, ha dato alla luce tre bimbi: due femminucce Elide e Aurora, e un maschietto Giovanni.

Il parto, programmato al fine di evitare eventuali complicazioni, è stato portato a termine dai ginecologi Angelo D'Alessandro e Lucia La Marca, del reparto di Ostetricia e Ginecologia, fiore all’occhiello non solo del nosocomio agrigentino, ma punto di riferimento di buona parte della nostra provincia, insieme a tutta l’equipe medica composta da medici, caposala, ostetriche, anestesiste e infermieri.

La mamma, che era alla sua prima gravidanza, e i piccoli, stanno tutti bene. A festeggiare la nascita dei tre gemelli il padre Giuseppe Dalli Cardillo, che nella vita fa l'autotrasportatore, con i nonni e altri parenti, che hanno riempito la sala d’attesa della sala parto. «I miei figli sono nati alle 14.30 del 13 ottobre, resterà una data memorabile per tutta la mia famiglia.

Un’emozione bellissima, perché dopo anni di matrimonio li abbiamo cercati e voluti, tanto era il desiderio di diventare genitori – spiega emozionato Giuseppe Dalli Cardillo –. I bimbi pesano ognuno poco meno di due chili (Giovanni 1 chilo e 850 grammi; Elide 1 chilo e 440; Aurora 1 chilo e 750). Sono nate tre creature, forti e vigorose. Oggi ci godiamo questo bellissimo evento, già da domani penseremo ad organizzare ogni cosa, affinché possano crescere nel miglior modo possibile.

Colgo l’occasione per ringraziare tutto il reparto dell'Utin e il personale medico e infermieristico del reparto di Ginecologia e Ostetricia, tutti si sono dimostrati professionali ma soprattutto umani e disponibili». I tre gemellini si trovano nelle incubatrici e sono precauzionalmente seguiti dal personale della Terapia intensiva neonatale (Utin), diretta dal primario Giuseppe Gramaglia. I parti trigemini all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento sono eventi rari.

Il concepimento spontaneo di tre gemelli, come nel caso della signora Paola, ha una frequenza di uno ogni sette/ottomila nati.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa