home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Lampedusa, affonda un peschereccio, un disperso

Il naufragio a dodici miglia al largo dell'isola causato da un guasto alla pompa di sentina

Lampedusa, affonda un peschereccio, un disperso

Il giacomo maria e nel riquadro Francesco Solima il marittimo disperso

Un peschereccio, il Giacomo Maria, è affondato all’alba a dodici miglia da Lampedusa. Un marinaio, Francesco Solina, 51 anni, risulta disperso. Si sono invece salvati gli altri tre membri dell'equipaggio, il capitano Daniele Minio, Mimmo Solina e Nicola Mannino.

Il peschereccio è colato a picco dopo la rottura di una pompa per il tiraggio dell’acqua. Il salvataggio dei tre è stato compiuto da un motoscafo guidato da Toni Costa, avvertito telefonicamente da Mannino.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti il Giacomo Maria è affondato dopo che un tubo di una delle pompe di sentina si è rotto imbarcando una quantità di acqua enorme che ha fatto affondare il peschereccio nel giro di pochi minuti.

I tre marinai che sono stati salvati sono stati trasferiti a bordo di una motovedetta della capitaneria di porto.
I tre marittimi sono stati portati nel poliambulatorio per ricevere le prime cure: erano in uno stato iniziale di ipotermia. Le condizioni del mare quando si è verificato l'affondamento non erano buone e i pescherecci della marineria lampedusana stavano iniziando a rientrare in porto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa