home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, l'Akragas cade sul più bello a Catanzaro

Segna Giovinco al 90', ma gli agrigentini protestano per un presunto fallo nell'azione del gol

LegaPro, l'Akragas cade sul più bello a Catanzaro

Lello Di Napoli ha confermato la squadra che ha battuto il Catania all’Esseneto domenica scora e dunque Cazè resta fuori e la difesa a tre vede sempre Mileto, Riggio e Sepe. A centrocampo ci sono sempre Pezzella e Bramati in mezzo con Coppola, Longo e Palmiero a fare da pendolo e in avanti Cochis qualche metro dietro Salvemini.

Partita non bella tecnicamente, ma almeno nel primo tempo l’Akragas non soffre troppo. Sono anzi i biancazzurri ad essere pericolosi al 28’: Salvemini mette in mezzo forte e teso e Coppola da due metri dalla linea non riesce a metterla dentro.

Il Catanzaro ha dalla sua parte una grande occasione al 34’ quando è Pane a fare un miracolo su un gran tiro in diagonale di Pasqualoni.

Nella ripresa il Catanzaro pressa, ma senza occasioni clamorose. I giallorossi reclamano anche un rigore per un tocco di mano che però non c’è. Ma intorno alla mezz’ora che anche una occasione per l’Akragas con Palmiero che dal limite dell’area spara alto.

Ma l’Akragas cade nel finale: Giovinco segna tirando tra una selva di gambe dopo che Pane (espulso per proteste) era stato toccato in uscita perdendo la palla. Amaro in bocca per i biancazzurri che restano impelagati in piena bagarre per evitare i play out.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa