home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, Akragas all'inferno e ritorno: acciuffa il pari con il Melfi e si salva

Longo a 15 minuti dalla fine trova il gol del pari che vale la salvezza nello spareggio

LegaPro, Akragas all'inferno e ritorno: acciuffa il pari con il Melfi e si salva

Akragas, all’inferno e ritorno. I biancazzurri al termine di un match spareggio drammatico vanno sotto contro il Melfi nel primo tempo e sembrano sull’orlo di mollare. Poi nella ripresa Di Napoli dà la scossa: dentro Klaric al posto di un evanescente Cocuzza, mette Leveque sulla fascia sinistra dove i lucani provano a sfondare e dopo qualche buona occasione trovano il gol salvezza con Longo.

Per l’Akragas, la squadra più giovane in assoluto del girone, è un miracolo. E l’artefice è Di Napoli che con soli 13 giocatori, senza potere effettuare alcun tipo di rotazione e con una squadra che è dunque arrivata al clou della stagione in debito d’ossigeno, è riuscito a portare alla salvezza i biancazzurri. Peraltro all’Esseneto per almeno un’ora aleggiava lo spettro degli spareggi sempre regolarmente persi, come quello del 2012 contro la Cavese e quello del 2014 contro la Correggese, senza contare quello del 2015 contro il Siena per lo Scudetto dilettanti.

La cronaca: al 5’ la prima conclusione: c’è un batti e ribatti ed è Coppola che tira dal limite, ma il pallone finisce alto.

Al 7’ Akragas vicina al gol: Salvemini è servito in orofondità e Gragnaniello fa il miracolo e respinge. Poi Cocuzza tira ma il pallone sfiora la traversa.

Al 9’ passa in vantaggio il Melfi: c’è una tiro cross forte e teso area, Riggio la tocca ma Pane stavolta non può fare nulla.

Al 19’ l’Akragas ha una clamorosa occasione per pareggiare: Coppola mette in mezzo, e Cocuzza non aggancia a un metro dalla linea di porta.

Al 29’ buona opportunità per i lucani: De Angelis spizza di testa ma il pallone è alto.

Al 38’ De Angelis si libera in area, il suo tiro a colpo sicuro è ribattuto miracolosamente da Riggio che si fa così perdonare per lo sfortunato autogol.

Al 49’ un buon pallone in mezzo da Palmiero ma Salvemini è di un nulla in ritardo.

Al 73’ Salvemini offre un assist da urlo a Klaric che è solo davanti Gragnaniello e sbaglia la palla salvezza.

Al 76’ E’ Longo che pareggia: bel pallone in mezzo di Palmiero e l’esterno anticipa Gragnaniello.

Al 78’ un’altra buona occasione per l’Akragas: Salvemini vince un contrasto la mette in mezzo e Gragnaniello anticipa di un nonnulla Klaric.

Nel recupero è ancora Klaric che sfiora il gol, con Gragnaniello che devia in angolo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa