home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

L'Akragas farà la serie C, ecco tutti i retroscena di una giornata campale

Il racconto delle trattative convulse per trovare i fondi necessari: raccolti 180 mila euro in due giorni. Nelle prossime settimane il riassetto societario con l'ingresso dei nuovi soci

L'Akragas farà la serie C, ecco tutti i retroscena di una giornata campale

Sul filo di lana, ma l’Akragas a meno di nuove (ma a questo punto difficili) sorprese, sarà regolarmente ai nastri di partenza del campionato di serie C.

LA POLIZZA. Ecco il racconto delle giornata estremamente convulsa vissuta in seno alla società. Intanto è stata firmata la polizza da 38 mila euro necessaria per sottoscrivere la fidejussione da presentare alla Lega. L’azionista di maggioranza (ma lo sarà ancora per poco, e dopo vedremo il perché) Marcello Giavarini ha messo come condizione – per versare i soldi della sua quota – di non essere lui a firmare la polizza. L’ha firmata il solo Silvio Alessi che così si è impegnato personalmente per 350 mila euro circa. Ma è una polizza i cui “intestatari” (e cioè i garanti) possono essere modificati in corso d’opera.

180 MILA EURO SUBITO. E questo è stato il primo passo. In poche ore, tra discussioni, dibattiti, liti, attriti, con la mediazione dell'avvocato Enzo Caponnetto, sono stati raccolti i primi 180 mila necessari per fare fronte alle spese immediate per l’iscrizione: stipendi e adempimenti fiscali. Centomila euro li ha scuciti Marcello Giavarini che alla fine, nonostante le continue dichiarazioni di disimpegno, è sempre tra i primi a tirare fuori il denaro. Ha messo quanto di sua competenza e non un centesimo di più. Gli altri 80 mila euro sono stati versati dai soci di minoranza e da due sponsor (15 mila euro ciascuno) e seimila euro dai tifosi della Fossa 2.0. L’intoppo che si è presentato ad un certo punto era che nessuno singolarmente voleva mettere i soldi senza la sicurezza che anche gli altri lo facessero per non rischiare di perdere quel denaro. Fatti questi fondamentali adempimenti si passerà alla fase due e cioè al riassetto delle quote societarie.

I NUOVI SOCI. I nuovi soci ci sono e sono il gruppo romano che dovrebbe rilevare il 35% e uno sponsor che dovrebbe rilevare il 19%. Alessi rimarebbe al 12% e Giavarini al 30%. Il resto delle quote sono divise tra piccoli azionisti. Qui c’è un altro punto delicatissimo e fondamentale: Giavarini e il gruppo romano si incontreranno nei prossimi giorni. Gli imprenditori capitolini hanno però posto quale condizione la guida tecnica della società che avrebbe quale vertice operativo Dario Scozzari, il ds della salvezza del primo anno in Lega Pro e che ha lasciato l’Akragas dopo gli attriti insanabili con Peppino Tirri. Marcello Giavarini su questo non sarebbe del tutto convinto perché pur avendo anche lui rotto – o quasi – i rapporti con Tirri vorrebbe dire la sua anche dal punto di vita delle scelte tecniche. Vedremo come finirà, ma è probabile che Giavarini da questo punto di vista non calchi troppo la mano e che i nuovi soci che lui stesso ha più volte invocato non gli chiudano comunque del tutto la porta.

DI NAPOLI RESTA? Il punto di incontro potrebbe essere proprio Lello Di Napoli, l’allenatore artefice letteralmente della salvezza dello scorso campionato che a questo punto potrebbe restare – anzi, quasi sicuramente resterà - alla guida dell’Akragas. Lui e Dario Scozzari in queste settimane, anche tra le polemiche e le incertezze, si sono parlati più volte e tra i due l’intesa non è lontana.

IL BUDGET. Il budget è pressoché pronto perché l’Akragas, per la stagione 2017/2018 valorizzando i giovani, potrebbe arrivare ad incassare dalla sola Lega anche 1,2 milioni. L’Enel a fine luglio verserà l’ultima tranche della sua sponsorizzazione e cioè circa 150 mila euro. Si sta lavorando per un altro main sponsor visto che sembra che la dirigenza dell’Akragas abbia scelto di non chiedere al colosso dell’energia un rinnovo della sponsorizzazione. L’anno scorso la stagione è costata circa 1,8 milioni di euro, e se queste cifre fossero confermate anche per il prossimo campionato, il budget potrebbe essere coperto senza troppi problemi.

Twitter @FabioRussello

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa