home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Akragas iscritta in serie C, ora il riassetto societario e tecnico (con qualche sorpresa)

A pochi minuti dalla scadenza del termine ultimo il club ha depositato tutti i documenti necessari. Nei prossimi giorni l'incontro tra l'azionista di maggioranza Giavarini e la cordata romana. Poi la scelta dell'allenatore con la conferma di Di Napoli che non è scontata

Akragas iscritta in serie C, ora il riassetto societario e tecnico (con qualche sorpresa)

Il primo miracolo è stato quello sul campo lo scorso mese di maggio quando l’Akragas targata Lello Di Napoli e con un gol di Longo ha vinto il play out sul Melfi conquistando così la salvezza in Lega Pro. Il secondo miracolo è stato quello societario con il club che a pochi minuti dalla chiusura del termine ultimo è riuscito a depositare in Lega tutte le carte necessarie per completare l’iscrizione in serie C: la polizza fidejussoria, le liberatorie dei calciatori, ai quali è stato saldato quanto dovuto e la documentazione relativa agli adempimenti fiscali.

Ma è stata un’altra giornata campale perché fino alle 18 la polizza fidejussoria – fondamentale per presentare il ricorso e dunque per iscriversi – non era stata ancora emessa. Sono state ore (e minuti) febbrili con telefonate da e verso Malta per completare un iter che era stato definito il giorno prima ma che rischiava di saltare per una questione burocratica.

Dunque con l’Akragas iscritta, ma il 20 si saprà se il ricorso sarà accolto (anche se si tratta di una formalità) ora si passerà alla fase del rilancio e del riassetto societario con l’ingresso della cordata romana che da mesi è in trattativa per rilevare una quota importante (il 35%) del club e di un altro socio che dovrebbe rilevare il 19% delle quote societarie. Marcello Giavarini, fino ad oggi azionista di maggioranza con il 54% per cento dovrebbe scendere al 30% e non è esclusa una exit strategy dell’imprenditore di origini licatesi che ha interessi in Bulgaria.

Silvio Alessi dovrebbe rimanere al 12% ma non è detto che, col nuovo assetto, resti al vertice della società. Tutti accordi che saranno ratificati e messi nero su bianco nelle prossime settimane (forse giorni). Ma soprattutto ora c’è da costruire il progetto tecnico. Tutto passa dal nuovo assetto societario: la cordata romana vuole la “guida” tecnica, affidando tutto o quasi a Dario Scozzari. Giavarini vorrebbe ancora mantenere un ruolo. Ecco perché è probabile, ma non scontata, la riconferma di Lello Di Napoli sulla panchina dell’Akragas. Ma questo è un'altra storia che si potrà raccontare solo nei prossimi giorni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa