home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il Messina spreca e contro il Martina raccoglie solo il terzo pari di fila

Il Messina spreca e contro il Martina raccoglie solo il terzo pari di fila

I peloritani non riescono più a vincere: ora è sempre più difficile evitare i play-out
Il Messina spreca e contro il Martina raccoglie solo il terzo pari di fila
MESSINA - Un altro passettino che però porta dritto ai play out. Il Messina spreca l’ennesima occasione per tornare al successo e riaccendere la fiammella di una salvezza diretta. Ancora un punto, il terzo di fila, per una squadra che almeno non perde ma che non sa più vincere. E contro un Martina Franca scorbutico anche la jella entra in campo, negando ai peloritani il gol vittoria che avrebbero meritato. Parte bene il Messina che al 5’ con Izzillo mette in imbarazzo la difesa pugliese. Insistono i peloritani, al 12’, con una botta al volo di Corona che però non inquadra la porta. Ancora Messina, quattro minuti dopo, con Ciciretti che dal limite si avventa sul pallone, ma il sinistro si spegne tra le braccia del portiere pugliese. Il Martina si difende con ordine ma non punge.   I padroni di casa prendono coraggio e al 29’ trovano un pertugio in area con Orlando che fa partire un bolide disinnescato dal portiere Bleve. E un’altra occasione d’oro per schiodare il risultato capita al 35’ tra i piedi di Orlando, che dopo una frittata in area del difensore Patti, tira a botta sicura ma il francese Samnick salva in corner. I pugliesi si svegliano al 39’ un tiro velenoso dalla distanza di De Giorgi che poi Arcidiacono rettifica in porta, ma la sfera sfiora il palo. L’ultimo acuto del primo tempo è di Izzillo che costringe il portiere pugliese a rifugiarsi in corner.   Nella ripresa Di Costanzo prova la carta Cane che rileva Silvestri, ma l’innesto non produce granchè sulla fascia destra. Anzi il Messina perde lucidità, rifugiandosi in lanci lunghi che finiscono in “bocca” alla difesa pugliese. E al Martina viene anche la tentazione del colpaccio. Così al 53’ Arcidiacono s’infila in area, salta pure il portiere Berardi e scodella in mezzo dove salva Damonte. Ancora Martina, sei minuti dopo, con un tiro velenoso dell’ex Bucolo, ma Berardi mette i guantoni. Il Messina sembra in affanno, perde Ciciretti per infortunio (al suo posto Spiridonovic), ma nel finale di gara prende un po’ di coraggio e confeziona tre palle gol nel giro di dieci minuti con Orlando, Spiridonovic e De Paula, ma la difesa pugliese si salva. E al 90’, il Messina rischia d’incassare il gol con una ripartenza veloce di Arcidiacono (forse in fuorigioco) che solo davanti a Berardi lo grazia spedendo di poco a lato. L’ultima fiammata, in pieno recupero, è nell’area pugliese con Spiridonovic che però mette l’ultima firma nel festival dello spreco.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO