home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Lite finisce nel sangue a Gela: disoccupato ucciso da un cognato

Maurizio Peritore, 33 anni, è stato accoltellato da Giuseppe Cinardi, che versa a sua volta in gravi condizioni all'ospedale. Il delitto in un appartamento nel quartiere Scavone

Lite finisce nel sangue a Gela: disoccupato ucciso da un cognato

Gela (Caltanissetta) - Una banale discussione familiare si è tramutata in tragedia. Un disoccupato, Maurizio Peritore, 33 anni, è stato accoltellato mortalmente dal cognato Giuseppe Cinardi, 50 anni, al culmine dell'ennesima discussione nell'appartamento di via Attica, nel quartiere Scavone.

La vittima, coinvolta in diverse inchieste per spaccio di droga, con il cognato non aveva un buon rapporto. Spesso litigavano. I due si sono affrontati in casa armati di coltello. Ad avere la peggio è stato Peritore, mentre Cinardi, fermato dai carabinieri, ora si trova ricoverato e piantonato in ospedale e versa in gravi condizioni. I due abitavano in due palazzine adiacenti.

Pare che tra i due, entrambi con precedenti penali, litigassero spesso per motivi di interesse. Peritore è morto all’istante, sotto il portico di casa sua. Cinardi avrebbe tentato di allontanarsi senza riuscirci. Sono intervenuti i carabinieri del reparto territoriale di Gela e un’ambulanza dell’ospedale, dove il ferito è stato ricoverato e dove viene piantonato dai militari dell’arma. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO