home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il gioielliere Rosario Gueli choc: «Troppe rapine, basta vado via da Gela»

Stamattina il secondo colpo nel giro di dieci mesi: cinque banditi lo hanno picchiato: «E' scattato l'allarme ma invano, sono scappati senza problemi»

Il gioielliere Rosario Gueli choc: «Troppe rapine, basta vado via da Gela»

Due grosse rapine subite in un anno, col negozio completamente svaligiato in entrambe gli episodi, hanno indotto un gioielliere di Gela, Rosario Gueli, a prendere la decisione di chiudere l’esercizio e andar via dalla cittadina.

«Vado ovunque - dice il commerciante - Rimanere a Gela non ha senso, qui sembriamo abbandonati al nostro destino». La prima rapina è avvenuta a febbraio, la seconda stamattina all’orario di apertura. Cinque uomini incappucciati e armati lo hanno sorpreso mentre, con la cassaforte aperta, stava curando l’esposizione dei gioielli nella vetrina del negozio che sorge in via Cairoli, nel centro storico gelese.

L’uomo è stato aggredito e picchiato dai rapinatori che poi sono fuggiti «indisturbati come a febbraio - dice Gueli - quando scattò l’allarme ma invano». Solidarietà a Gueli è stata espressa dal presidente locale della Confcommercio, Francesco Trainito, il quale ha manifestato «seria preoccupazione per la sicurezza di questa città non più garantita - scrive, Trainito - né da un sistema di videosorveglianza efficiente né dalle forze dell’ordine». Trainito ipotizza la richiesta di un intervento dell’esercito a garanzia dell’ordine pubblico.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO