home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Non c'è il collaudo antincendio, chiuso il PalaCossiga a Gela

Introvabile il documento che attesta l'agibilità della struttura e il sindaco si è trovato costretto a ordinarne la chiusura

Non c'è il collaudo antincendio, chiuso il PalaCossiga a Gela

GELA - L’amministrazione comunale di Gela ha ordinato stasera la chiusura del «PalaCossiga», il palazzetto dello sport comunale donato alla città nel 1991 dall’allora capo dello Stato, Francesco Cossiga, ma completato e inaugurato nel 2009 senza il collaudo del sistema antincendio. Il Comune era allora gestito da un commissario perchè l’ex sindaco, Rosario Crocetta, era stato eletto al parlamento europeo. Se ne sono accorti dopo tempo i vigili del fuoco, durante un controllo eseguito nel 2013, quando è stato accertato che la grave carenza pregiudicava l’agibilità dell’impianto sportivo. Nessuno, però, avrebbe mai visto quel documento dei pompieri che risulta tuttora introvabile.

Se n'è accorta oggi la commissione provinciale ai pubblici spettacoli nel corso di una visita ispettiva al termine della quale è stata negata l’agibilità della struttura.

Al sindaco, Domenico Messinese, non è rimasto altro che comunicare la chiusura del palazzetto con l’impegno dell’avvio immediato dei lavori di adeguamento. Lavori che sono in corso anche nello stadio «Vincenzo Presti», dove alcune precarietà strutturali dell’impianto hanno rischiato di dichiararne l’inagibilità. Le società sportive di Gela vivono perciò momenti di incertezza sulla effettiva prosecuzione dei campionati federali delle varie discipline.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO