WHATSAPP: 349 88 18 870

Pubblici esercizi, orari più lunghi
e stop alla chiusura settimanale

Ordinanza del sindaco Ruvolo

Pubblici esercizi, orari più lunghie stop alla chiusura settimanale

Anche in città si va ormai verso la liberalizzazione più ampia degli orari di apertura e chiusura dei pubblici esercizi in attuazione, peraltro, dell’apposita normativa. I soli limiti rimasti mirano a tutelare la quiete pubblica, la sicurezza urbana e l’ordine pubblico. Per il resto, poi, i pubblici esercizi possono ora rimanere aperti per un tempo così lungo come mai era accaduto prima. Questo è quanto si rileva nell’apposita ordinanza emanata dal sindaco Giovanni Ruvolo.

Intanto i pubblici esercizi non dovranno più osservare l’obbligo della chiusura infrasettimanale (completamente abolita) per somministrare ai clienti alimenti e bevande. Per gli orari di apertura e chiusura, l’anno è stato suddiviso in due periodi.

Il primo periodo previsto è quello prettamente estivo e va dal primo giugno al 30 settembre durante il quale i pubblici esercizi da domenica a giovedì potranno rimanere aperti dalle ore 6 del mattino sino alle ore 2 del giorno successivo, ossia per quasi tutta la giornata (sono 20 ore) con un intervallo di sole 4 ore. Con apertura che si prolunga e intervallo che si restringe nei giorni di venerdì e sabato quando potranno rimanere aperti sempre dalle ore 6 del mattino ma sino alle ore 2,30 del giorno successivo. In questo periodo, nelle giornate festive infrasettimanali, e pure nelle giornate prefestive infrasettimanali che cadono dalla domenica al giovedì, la chiusura potrà essere prolungata sino alle ore 2,30.

Il secondo periodo dell’anno è quello che va dal primo ottobre al 31 maggio quando l’apertura è consentita nei giorni da domenica a giovedì dalle ore 6 alle ore 1,00, e nei giorni di venerdì e sabato dalle ore 6 sino alle ore 1,30 che vale anche per i festivi infrasettimanali. Poi, in occasione delle festività natalizie, e precisamente dal 20 dicembre al 6 gennaio, la chiusura è permessa sino alle ore 2,00. Inoltre, le attività permanenti o stagionali di discoteca e intrattenimento danzante sono consentite sino alle ore 3,00 da giugno a settembre e sino alle ore 2 da ottobre a maggio. Con l’applicazione di sanzioni amministrative da 154 a 1.032 euro per i trasgressori.

Ampliato è stato pure l’orario di apertura delle sale giochi e sale Bingo: da giugno a settembre sino alle ore 3,00 e da ottobre a maggio sino alle ore 2,00. L’ordinanza prevede inoltre che per i piccoli trattenimenti musicali per eventi sino ad un massimo di 200 partecipanti, e che si svolgono entro le ore 24,00, va data preventiva comunicazione all’ufficio Sportello unico attività produttive del Comune presso l’ufficio tecnico della scalinata Duca degli Abruzzi. In ogni caso, i trattenimenti musicali non possono iniziare prima delle ore 19.

Luigi Scivoli

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa