WHATSAPP: 349 88 18 870

Polizia municipale: nell'organico mancano 20 unità

Parla l'attuale comandante Diego Peruga

Polizia municipale: nell'organico mancano 20 unità

Al Comando di Polizia municipale c’è un grosso problema e riguarda la esiguità dell’organico, al momento assolutamente insufficiente poichè l’attuale dotazione di fatto è costituita oltre che dal Comandante Diego Peruga da 61 unità, di cui 44 svolgono le mansioni di Ispettore capo e 17 di Ispettore.

«Al momento, anche a causa dei pensionamenti che si sono registrati negli ultimi anni, siamo sottodimensionati. Infatti, per assolvere in maniera dignitosa a tutti i compiti che ci vengono assegnati, di persone disponibili ce ne vorrebbero almeno una ottantina. Va considerato che i servizi di cui dobbiamo occuparci al momento sono tanti, e, tra questi, la viabilità urbana, l’annona, la polizia giudiziaria, la vigilanza sui reati in edilizia, l’infortunistica stradale in casi di incidenti, la circoscrizione che si interessa delle verifiche anagrafiche, la vigilanza al patrimonio comunale nonché la sicurezza di Palazzo del Carmine e degli impiegati, la segnaletica stradale, l’autovelox, la sorveglianza da fare vedendo i filmati delle videocamere e tutta l’attività amministrativa che viene svolta negli uffici del Comando che ha sede in via Alcide De Gasperi».

«A tutto questo va aggiunto - spiega il dott. Peruga - che a breve ci verranno affidati altri nuovi importanti servizi, che sono quelli della “Street control” che ci consentirà di verificare quali sono le automobili lasciate in divieto di sosta e quelle che non sono state assicurate, e quello della sorveglianza in città delle 52 postazioni dove vengono depositati i rifiuti solidi urbani, dove dovremo controllare se e quando i nisseni effettuano la raccolta differenziata resa ormai obbligatoria da disposizioni nazionali e regionale, ed ora anche da provvedimenti locali. La soluzione migliore sarebbe quella di fare altre assunzioni tramite dei concorsi, ma di questi tempi, a causa delle insufficienti risorse economiche in cui si ritrovano tutti gli enti locali, risulterebbe una proposta non praticabile».

Ma c’è anche una necessità immediata, ed è quella della assunzione di alcuni ufficiali in grado di garantire il funzionamento dei vari settori esistenti al Comando della Polizia municipale. 

«È proprio così - spiega il comandante dei vigili urbani - anche perchè dopo che se ne sono andati in quiescenza tutti i “marescialli” che assolvevano a queste funzioni anche per effetto della loro esperienza, adesso non c’è nessuno in grado di sostituirmi in caso di mia assenza o necessità. La situazione a questo proposito dovrebbe comunque sbloccarsi a breve, anche perché è stato completato il procedimento di mobilità che dovrebbe consentire il trasferimento di due ufficiali a Caltanissetta: si tratta di Francesco Villanti attualmente in servizio a Catanzaro e Salvatore Messina in servizio al Consorzio Vicentino. Non appena verrà approvato il piano della “performance” che è parte integrativa del bilancio di previsione i due ufficiali potranno trasferirsi e prendere servizio nella nostra città. È stato inoltre previsto un bando di concorso interno che consentirà al personale dipendente di partecipare alla assegnazione di altri due posti di ufficiale della Pm. E qui va ricordato che in servizio tra i nostri ispettori capo ci sono delle persone che potrebbero svolgere benissimo questo incarico, essendo in possesso non solo della laurea ma anche di una professionalità elevata maturata nel corso di diversi anni di lavoro. Giusto quindi affrontare anche questo problema, risolto il quale avremo in servizio a Caltanissetta quattro nuovi ufficiali della Pm, in grado di dare un respiro ben diverso alla nostra attività ed un grado di efficienza maggiore».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa