WHATSAPP: 349 88 18 870

Rifiuti a Caltanissetta, "sporcaccioni" incastrati dalle telecamere: scattano le multe

Il Comune passa alla vie di fatto dopo le disposizioni della Regione

Rifiuti a Caltanissetta, "sporcaccioni" incastrati dalle telecamere: scattano le multe

Caltanissetta - Una “pioggia” di multe è in arrivo a Caltanissetta per i trasgressori che - nelle ultime settimane - hanno abbandonato i rifiuti in maniera incontrollata in luoghi inadeguati e per coloro i quali non osservano le disposizioni previste dall’ordinanza sindacale (la numero 29 del 15 luglio scorso) che regolamenta anche gli orari per il conferimento dell’umido dei rifiuti negli appositi contenitori ubicati nelle strade cittadine.

Dal Comando della Polizia municipale, infatti, sono già partite una quindicina di raccomandate con ricevuta di ritorno, contenenti l’avviso di multe da pagare e destinate a nisseni sorpresi dalle telecamere sistemate nella contrada “Comunelli”, al bivio “La Spia” e in via San Calogero, cioè in tre dei luoghi dove più frequentemente finora in molti sono stati soliti fino ad ora lasciare i rifiuti, soprattutto quelli “speciali”, come i recipienti in amianto e altro materiale ingombrante.

«Ma il numero delle sanzioni è destinato a crescere notevolmente - ha spiegato ieri mattina il Comandante dei vigili urbani Diego Peruga - poichè dal personale della Polizia municipale è in corso il controllo delle registrazioni di alcune telecamere, che documentano in maniera incontestabile quanti si sono fermati in questi tre posti con le loro automobili ed hanno quindi abbandonato i rifiuti in un luogo non adibito a questo scopo.

Dai fotogrammi è facile rilevare la targa dall’autovettura e quindi risalire a coloro i quali hanno in uso l’automezzo».

«Quanti sono questi fotogrammi? Tanti, tantissimi, centinaia - ha aggiunto il comandante della Polizia municipale - tra i quali, appunto, ci sono tantissimi trasgressori abituati ad abbandonare l’immondizia là dove capita».

Un altro “malloppo” di multe è destinato pure a coloro i quali non osservano le indicazioni dell’ordinanza emanata dal sindaco Ruvolo numero 29 del 15 luglio scorso in tema di raccolta dei rifiuti, con la quale vengono regolamentati i modi e gli orari su come è possibile ed obbligatorio per tutti fare la differenziata.

«Anche in questo caso - ha ricordato il comandante Peruga - faremo uso delle telecamere, che sposteremo di volta in volta al fine di non dare dei punti di riferimento certi ai nisseni inosservanti della ordinanza. Siamo stati costretti ad attuare questi sistemi ed ad attuare multe così salate (da 25 sino ad arrivare a 500 euro) a seguito delle disposizioni imposte dalla Regione Siciliana, che obbliga i Comuni a raggiungere una percentuale elevata (fino al 65%, mentre per ora in città è appena al 10%) di raccolta differenziata. Sino ad ora abbiamo evitare di multare concedendo un periodo di tolleranza nei confronti degli utenti, ma adesso si passerà alle multe per coloro che violano le norme».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa