WHATSAPP: 349 88 18 870

Caltanissetta, «la mozione di sfiducia al sindaco per molti è un "salto nel buio"»

Domani la seduta del Consiglio comunale: parlano Scalia e Aiello

Caltanissetta, «la mozione di sfiducia al sindaco per molti è un "salto nel buio"»

CALTANISSETTA - Anche ieri si è registrata una certa fibrillazione a Palazzo del Carmine in vista della seduta del Consiglio comunale prevista per domani alle 17,30, durante la quale si andrà a discutere (e soprattutto a votare) la sfiducia nei confronti del sindaco Giovanni Ruvolo. Un fermento inevitabile considerato il fatto che nel caso in cui il capo dell’amministrazione eletto appena due anni fa dovesse essere mandato a casa si determinerebbe pure la decadenza contemporanea del Consiglio. E non tutti – anche tra i sedici consiglieri dell’opposizione che hanno firmato la mozione di sfiducia in maniera da poterla portare in aula (Adriana Ricotta ha infatti preferito non apporre la propria firma) – sembrano intenzionati ad esprimere il loro voto in maniera palese. Ma difficilmente si arriverà alla sfiducia del sindaco ed anche a nuove elezioni anticipate, anche perché a votarla dovrebbero essere i due terzi del Consiglio, cioè venti su trenta. Ed è infatti molto difficile immaginare che nel corso della seduta di domani pomeriggio (durante la quale è prevista la presenza di numerosi cittadini) potranno esserci “colpi di scena” tra i tredici “fedelissimi” che (in rappresentanza del Polo Civico, del Pd, di Cambiare Caltanissetta e dell’Udc) in Consiglio continuano a sostenere l’amministrazione di Giovanni Ruvolo.

 
<Ormai questa seduta consiliare con la sfiducia del sindaco è stata programmata – dice il conigliere di Forza Italia Oscar Aiello – ed è chiaro che andremo avanti. Ma è anche chiaro che questa “operazione” politica è partita male: un atto così importante inizialmente andava concordata con tutta l’opposizione. Il rischio adesso è di fare un salto nel vuoto. Anche se passa la mozione (ed io me lo auguro) e andiamo tutti a casa come Centrodestra siamo pronti ad affrontare delle nuove elezioni? Considerata la situazione attuale il rischio è di consegnare la città ad uno peggiore di Ruvolo. Se ci lavoravamo magari si poteva portare a casa un obiettivo concreto e non, come è stato fatto, sbandierare qualcosa che probabilmente non sortirà alcun risultato».

 
«Di sicuro ormai siamo costretti a votare la sfiducia – aggiunge Aiello - ma è stata sicuramente sbagliata la tempistica. C’è qualcuno tra quelli che l’hanno firmata che pensa di fare un passo indietro? Questo sono dei loro problemi; per coerenza la sfiducia va votata. Ce lo chiede la città. Sarà comunque un modo per vedere chi è veramente all’opposizione e chi invece sostiene il sindaco sottobanco. Se ce ne sono di questi? Certo, basta andare a vedere chi ha consentito che passasse la delibera sull’appalto-ponte sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani della città».

 
«Noi non vogliamo che il sindaco venga sfiduciato – dice Angelo Scalia del Pd – e non perché siamo suoi sostenitori “tout court”. Lo siamo perché siamo convinti che l’Amministrazione comunale, dopo una prima fase iniziale di difficoltà, abbia intrapreso la giusta azione politica e la stia portando avanti. Una amministrazione messa in difficoltà da due aspetti fondamentali: il primo che è quello delle emergenze quotidiane che non consentono a volte di intervenire in maniera determinata anche per le vere difficoltà economiche esistenti; il secondo è per una fase di programmazione che sta vedendo il sindaco impegnato in diversi settori, tra cui quelli del Polo Biomedico, della valorizzazione del centro storico e del settore della Solidarietà sociale e dell’emergenza abitativa. C’è poi un altro aspetto che non condivido: ed è quello che la mozione viene presentata non solo per presunte inadempienze del sindaco, ma anche perché è cambiato il quadro politico».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa