home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sul dorso di un mulo per non perdere 54 milioni di fondi Ue

Va in giro nel Nisseno esponendo manifesti per sensibilizzare le Istituzioni

Sul dorso di un mulo per non perdere 54 milioni di fondi Ue

Giuseppe Maida

Un insegnante di Niscemi Giuseppe Maida, si è trasformato in banditore per impedire la perdita di un finanziamento di 54 milioni che l’Ue destina alla Sicilia per migliorare la viabilità secondaria: strade interaziendali e rurali. Indossati gli abiti di contadino e in sella a un’asina, ha percorso in lungo e largo le campagne di Niscemi e di Gela con cartelli esplicativi per sensibilizzare enti pubblici, agricoltori e aziende a presentare le domande di partecipazione al bando entro la scadenza del 20 febbraio 2017.

«Molte nostre strade di campagna - dice Maida - sono ancora vecchie trazzere a fondo naturale e basta un piccolo temporale per renderle impraticabili. Non possiamo perdere anche questa occasione per migliorare la nostra viabilità rurale». Maida ha fatto stampare a proprie spese tremila volantini, cento locandine e 70 maxi manifesti. Nei prossimi giorni incontrerà anche i sindaci di Gela, Acate, Caltagirone, Butera e Mazzarino e i vertici del Consorzio di bonifica.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa