home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Gela, l'autopsia smentisce la madre assassina: trovata candeggina nei corpicini di Gaia e Maria Sofia

La perizia disposta dalla Procura si è conclusa a tarda notte. Giuseppa Savatta aveva raccontato di avere strangolato le due bambine e di avere usato la candeggine per sé. Nel pomeriggio i funerali nella chiesa madre

Gela, l'autopsia smentisce la madre assassina: trovata candeggina nei corpicini di Gaia e Maria Sofia

Sarebbe stata trovata candeggina negli organi interni di Maria Sofia e Gaia Trainito, le due sorelline di 7 e 9 anni uccise martedì scorso a Gela dalla madre Giuseppa Savatta. Sarebbe questo, secondo le prime indiscrezioni, l’esito dell’autopsia, su incarico della Procura di Gela, dal medico legale catanese Cataldo Raffino.

Se l’indiscrezione troverà conferma si tratta di una circostanza che smentirebbe almeno parzialmente il racconto di Giuseppa Savatta che aveva spiegato di avere strangolato le figlie e di aver usato la candeggina per sé nel tentativo di uccidersi. Tutte circostanze che probabilmente saranno chiarite dal procuratore di Gela Fernando Asaro che domani mattina terrà una conferenza stampa.

Le due salme sono state restituite alla famiglia e oggi alle 15,30, nella chiesa madre di Gela, si svolgeranno i funerali. Ad officiare il rito funebre sarà il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, monsignor Rosario Gisana. Il sindaco, Domenico Messinese, ha proclamato il lutto cittadino: bandiere a mezz'asta in tutti gli edifici comunali e chiusura dei negozi per la durata dei funerali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa