home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Raccolta rifiuti a Caltanissetta, dopo 27 anni un nuovo gestore

L'azienda che ha vinto la gara-ponte dovrebbe assumere i 94 dipendenti di Caltambiente. Annunciato un ricorso

Raccolta rifiuti a Caltanissetta, dopo 27 anni un nuovo gestore

CALTANISSETTA - Se non succederanno fatti nuovi che potrebbero avere conseguenze sull’aggiudicazione della gara ponte per l’affidamento del servizio di igiene urbana per 1 anno prorogabile di sei mesi in attesa dell’espletamento dell’altra gara per 7 anni, Caltambiente passerà la mano al nuovo gestore dopo quasi 27 anni di effettuazione continua del servizio. Iniziò nel giugno 1990 quando si chiamava Nissambiente e quando la gestione del servizio di nettezza urbana cessò di essere effettuata dal Comune, come era avvenuto negli anni precedenti, e venne affidata a una società privata.

Fu una svolta che al Comune ritennero indispensabile per migliorare il servizio e per ridurre la spesa considerata eccessiva. Da allora Nissambiente prima e poi Caltambiente (entrambe espressioni della società Iseda e compagni) hanno gestito il servizio delle nettezza urbana della città aggiudicandosi più volte le gare effettuate e con proroghe che hanno avuto concesse, come è successo soprattutto nell’ultimo periodo.

Ora ci sono tutti i presupposti perché lo scenario cambi dal momento che nella gara ponte l’offerta più vantaggiosa per il Comune è risultata quella presentata dal raggruppamento temporaneo di imprese Senesi-Eco-Burgus che ha avuto l’aggiudicazione provvisoria che diverrà definitiva dopo la presentazione e l’esame della documentazione richiesta. Per cui, tranne imprevisti dell’ultimo momento, la nuova cordata di imprese subentrerà a Caltambiente ma dovrà assumere e mantenere in servizio il personale di quest’ultima costituito da 94 unità lavorative di cui 88 operatori ecologici e 6 tra amministrativi e tecnici. Dovrà anche approntare nuovi mezzi e strutture (a cominciare dai cassonetti per la raccolta dei rifiuti) e dovrà trovare i locali per gli uffici, per il ricovero dei mezzi di trasporto e per gli spogliatoi degli operatori economici. Con la gara ponte è previsto soprattutto il potenziamento della raccolta differenziata.

Intanto Caltambiente ha confermato che “dopo l’aggiudicazione definitiva presenteremo ricorso contro la gara ponte che è illegittima e che non avrebbe dovuto essere effettuata”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa