home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Maccalube, 21 proprietari chiedono i danni

C’è una causa civile in tribunale per l’eruzione del 2008 e un’appendice al tar

Maccalube, 21 proprietari chiedono i danni

Sono 21 i proprietari degli immobili di via Vulcanelli del villaggio Santa Barbara per i quali chiedono il risarcimento dei danni subìti a causa del dissesto idrogeologico di origine vulcanica verificatosi nell’agosto del 2008. Hanno effettuato la richiesta di risarcimento dei danni al Comune e alla Regione Siciliana Dipartimento della Protezione Civile. L’hanno fatto con una causa civile che si svolge in tribunale ma che non è ancora definita, ed ora c’è un appendice al Tar di Palermo dove il Comune si è costituito con l’avv. Giorgio Profeta.

L’ultima grossa “eruzione” nella zona dei vulcanelli di Terrapelata che provocò danni risale all’11 agosto del 2008 e si registrò alle 16,52: le maccalube di Terrapelata, dopo un forte sibilo di gas avvertito a circa 100 metri di distanza, si liberarono in modo violentissimo due o più getti di fango misto a gas e ad acqua. I getti raggiunsero l’altezza stimata di circa 20-30 metri e si distinsero in tre fasi: una prima fase mista fangosa-acqua gassosa, una seconda fase prevalentemente fangosa ed infine una terza fase prevalentemente gassosa.

Il fenomeno si sviluppò per circa sette minuti con il deposito di un volume di materiale di circa 30.000 metri cubi con una superficie di circa 10.000 metri di fango per tre metri circa di quota. Il fango era saturo d’acqua e di gas e continuò a liberare gas in bolle per circa sei ore.

I getti di fango furono accompagnati da scosse telluriche che provocarono danni agli immobili che si trovavano nelle immediate vicinanze, e precisamente lungo la via dei Vulcanelli, che furono fatti subito sgomberare a tutela dell’incolumità degli abitanti. Alcuni immobili furono quasi completamente distrutti; altri riportarono gravi danni. I proprietari degli immobili hanno chiesto e continuano a chiedere di essere risarciti dei danni subiti e hanno avviato un’azione legale che si trascina tuttora.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa