home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Gela, compravendita di auto rischia di finire nel sangue

Un giovane gelese di 19 anni è stato arrestato: pretendeva la restituzione dei soldi pagati per l’acquisto privato di un’auto

Gela, compravendita di auto rischia di finire nel sangue

GELA (CALTANISSETTA) - Un’accesa discussione tra due uomini, per una controversa compravendita di un’automobile tra privati, ha rischiato di finire nel sangue, a Gela, perché uno dei contendenti, l’acquirente che pretendeva la restituzione dei soldi, avrebbe estratto la pistola e sparato un colpo al venditore mentre si allontanava in macchina.

Tra i due ci sarebbe stato poi un inseguimento per le vie del quartiere, dove entrambi sono stati bloccati dai carabinieri e posti in stato di fermo. L’episodio è avvenuto all’ora di pranzo nelle vicinanze dell’ufficio postale del quartiere Settefarine, alla periferia nord della città. In caserma sarebbero stati accompagnati anche alcuni testimoni oculari.

I carabinieri di Gela hanno successivamente arrestato l’autore della sparatoria avvenuta nel quartiere Settefarine, all’ora di pranzo. Si tratta di un giovane gelese di 19 anni, già noto alle forze dell’ordine, che è accusato di tentativo di omicidio plurimo e porto abusivo di arma da fuoco. Al culmine di un diverbio con tre persone (un conoscente, dal quale pretendeva la restituzione dei soldi pagati per l’acquisto privato di un’auto non gradita, e due suoi amici) il giovane si sarebbe allontanato per poi tornare armato di pistola e si sarebbe messo a sparare contro il gruppetto, ferendo una persona di striscio a una gamba. Poi la pistola si sarebbe inceppata, inducendo lo sparatore a desistere. I carabinieri, chiamati tramite il 118 da cittadini allarmati dagli spari, dopo avere raccolto le prime informazioni hanno setacciato il quartiere individuando e arrestando in breve l’autore della sparatoria. Il giovane è stato rinchiuso nel carcere di contrada «Balate» a Gela, a disposizione della procura che coordina le indagini.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa