home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Risultati primarie Pd, organizzatori: «Denunceremo calunniatori»

«Possiamo garantire che non c'è stato nessun seggio occulto né schede già segnate»

Risultati primarie Pd,  organizzatori: «Denunceremo calunniatori»

GELA (CALTANISSETTA) - Alle primarie del Pd di Gela «il risultato elettorale è sub judice, in attesa dell’esame del nostro ricorso e quello di Michele Emiliano contro l’annullamento deciso da Roma. Ma possiamo garantire che non c'è stato nessun seggio occulto né schede già segnate; solo la postazione 'saltafilà per gli iscritti, peraltro prevista dal regolamento, che per evitare altre contestazioni abbiamo subito chiuso e annullate le pochissime schede votate. Difenderemo l’immagine del nostro partito e la nostra onorabilità nelle opportune sedi giudiziarie contro chi ci ha offeso, mortificato, calunniato». L’hanno detto, in conferenza stampa, il presidente del seggio, Giorgio Donegani, e il segretario locale del Pd, Peppe Di Cristina, secondo i quali le operazioni di voto si sono svolte regolarmente.


I vertici dem gelesi ritengono «responsabile di questa situazione incresciosa, che ha offeso il Pd e Gela, il movimento "Sicilia Futura" e in particolare Salvatore Cardinale, che ha voluto far saltare il banco per l’evidente difficoltà del suo candidato, Matteo Renzi, risultato terzo come nel resto della provincia, tranne che a Mussomeli, a casa dello stesso ex ministro Cardinale».


Meno polemica la posizione dei sostenitori di Emiliano, che si richiamano al governatore Rosario Crocetta e al senatore Giuseppe Lumia, che tuttavia, per quella postazione contestata, hanno firmato con Sicilia Futura un esposto per presunti brogli. "Hanno raccontato il falso spacciandolo per verità - ha detto il presidente locale del Pd, Claudia Caizza - al fine di nascondere il vero dato politico e democratico fornito dalla grande partecipazione popolare di 2600 votanti».
Quanto all’intervento di carabinieri e polizia, è stato precisato che «è stata la moglie del presidente del seggio a richiederlo, per impedire che lo scontro verbale degenerasse in rissa». Questi i risultati dello spoglio: Orlando 1.347 voti (51,68%); Emiliano 805 voti (30,9%); Renzi 454 (17,42%).  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO