home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Saluti fascisti e inni al Duce: rinviati a giudizio un gelese e tre catanesi

Il gup del tribunale di Gela ha rinviato a giudizio i quattro per apologia di fascismo. I fatti durante una manifestazione dell'anno scorso per ricordare le vittime delle Foibe

Gela, per il tribunale "abusivo" accordo o rischio demolizione

Quattro esponenti del movimento Forza Nuova sono stati rinviati a giudizio dal Gup di Gela per istigazione a delinquere e apologia del fascismo. Sono un gelese di 38 anni e di tre giovani di Catania. La prima udienza del processo si terrà il prossimo 12 dicembre.

Secondo la polizia, il 18 febbraio del 2016, in occasione di una manifestazione regionale organizzata a Gela per ricordare le vittime delle Foibe, mentre erano in corteo con una cinquantina di altri militanti provenienti da vari comuni della Sicilia, avrebbero ripetuto più volte il saluto fascista e inneggiato al passato regime.

La Digos della Questura ha registrato le immagini incriminate della manifestazione e identificato i più accaniti, presunti «istigatori», che sono stati denunciati alla magistratura. La Procura di Gela ha chiesto e ottenuto il loro rinvio a giudizio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa