home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Discarica chiusa, ma costa 250mila euro

Contrada Stretto: ecco quanto si spende per trasferire il percolato

Discarica chiusa, ma costa 250mila euro

Caltanissetta - Il Comune ha affidato per un altro anno il servizio di ritiro, trasporto e conferimento a impianto autorizzato del percolato prodotto dall’ex discarica della nettezza urbana di contrada Stretto utilizzata negli anni passati per il conferimento dei rifiuti prodotti in città e successivamente abbandonata senza essere stata più utilizzata per gli inconvenienti che ha provocato. Il servizio è stato aggiudicato alla ditta Celauro Service srl di Naro che ha offerto il ribasso del 15,23 % sull’importo a base d’asta di 200.000 euro oltre l’Iva.

Si continua, pertanto, a spendere soldi per evitare danni alla salute e all’ambiente provocati dal percolato dell’ex discarica che da tempo avrebbe dovuto essere bonificata e resa innocua. Ripetutamente è stata riconosciuta la necessità di intervenire per la bonifica dell’impianto, ma non è stato mai fatto per l’alto costo degli interventi che il Comune, al quale spetta effettuare, non ha potuto e continua a non potere affrontare con le esigue disponibilità finanziarie del proprio bilancio.

Da ultimo era stato detto e concordato che la bonifica dell’ex discarica sarebbe stata effettuata con le opere compensative per la realizzazione del raddoppio della strada statale 640 Caltanissetta-Agrigento. La bonifica è stata inclusa anche nelle opere da realizzare dalla Regione con il “Patto Sicilia”. Ma né l’una né l’altra previsione è stata rispettata. Intanto per rimuovere il percolato prodotto e dannoso si continuano a spendere quasi 250.000 euro l’anno.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa