home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Psicosi vaccini a San Giorgio: bimbo sviene ma per il quartiere "è morto"

E' accaduto nel Poliambulatorio del quartiere catanese dove il piccolo, 6 anni, ha avuto un mancamento subito dopo l'inoculazione. Il paziente si è ripreso quasi subito ma l'episodio aveva fatto scattare un allarme infondato

Psicosi vaccini a San Giorgio: bimbo sviene ma per il quartiere "è morto"

Catania - La psicosi per i vaccini, la paura di una mamma, un bambino di sei anni che sviene poco dopo l'inoculazione e una voce di quartiere che lo dà per morto. E' accaduto tutto questo, stamattina nel Pta (Presidio territoriale di Assistenza)di Librino-San Giorgio. Il piccolo si era presentato nel poliambulatorio di San Giorgio accompagnato dalla mamma per l'inoculazione di un vaccino tetravalente. Pochi minuti dopo, mentre ancora si trovava nella saletta attigua a dove si effettuano i vaccini proprio per monitorare eventuali conseguenze, il piccolo è svenuto. "Ha avuto una crisi lipotimica (una momentanea perdita di conoscenza) - precisano dall'Asp di Catania -; una reazione che si definisce vagale e che puo' accadere". Il bimbo è stato, per cautela, trasferito in un posto di Primo intervento sempre a San Giorgio e si è ripreso senza altre conseguenze.

L'episodio ha però provocato una forte reazione da parte della madre, che si è molto spaventata e ha cominciato a piangere e ad urlare temendo il peggio; comportamento che ha a sua volta allarmato gli altri astanti del Poliambulatorio, genitori e bambini in attesa di essere vaccinati. Da lì a diffondere la voce che il bambino fosse morto, è bastato poco. Nel giro di qualche ora, incredibilmente, nel quartiere si era diffusa la voce che un bambino era morto al poliambulatorio di San Giorgio subito dopo aver fatto un vaccino. Un allarme risultato fortunatamente infondato ma che conferma anche una psicosi-vaccini che continua a farsi strada.

Direttive Asp sui vaccini: come e quando

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 6
  • mel.bis

    14 Settembre 2017 - 00:12

    Come può definirsi "giornalista" questa tizia che si permette di sminuire una perdita di coscienza come se si trattasse di una NORMALE reazione ai vaccini!? Finchè ci saranno questi pseudo giornalisti di regime, venduti alle caste, non potrà mai esserci una vera e corretta informazione. Le reazioni avverse esistono e sono anche molto gravi e permanenti. Non possono essere sottovalutate da "giornalisti" da strapazzo. Non si tratta di psicosi, ma di preoccupazioni che hanno basi solide, dimostrate scientificamente da medici seri, molto spesso ingiustamente denigrati e persino radiati.

    Rispondi

    • Carmela Marino

      15 Settembre 2017 - 16:04

      Egregia lettrice, non mi interessa soffermarmi sui suoi pesanti appellativi (non so cosa faccia lei nella vita ma non mi permetterei di sindacare sul suo operato; ognuno conosce gli strumenti del suo mestiere). Ciò premesso, soltanto per dirle che qaunto è stato riportato, è stato verificato con il Dirigente del Servizio di Epidemiologia dell'Asp (non un cretino qualsiasi) che ci ha spiegato in maniera chiara e serena di come uno svenimento (il bimbo si è ripreso quasi subito senza che ci fosse bisogno di trasferirlo in ospedale) non possa essere annoverato tra le conseguenze più gravi di una inoculazione (ovviamente altra storia sono gli altri tipi di conseguenze, e aggiungo che se le conseguenze fossero state più gravi sarebbero state riportate con la stessa correttezza). Inoltre l'articolo è stato redatto anche e soprattutto con lo scopo di smentire la voce di quartiere che dava il piccolo per morto. E poi mi conceda una riflessione: una volta tanto che la stampa non fa sensazionalismo su una vicenda sanitaria, perchè di questo veniamo spesso accusati, in questo caso veniamo praticamente accusati del contrario! Cordiali saluti. Carmela Marino

      Rispondi

  • gmagma

    14 Settembre 2017 - 03:03

    Articolo spazzatura. La madre che doveva fare? Dire: Tranquilli, tranquilli, mio figlio è a terra non so se svenuto o morto, ma è normale. Burioni dice che i vaccini non hanno reazioni avverse, quindi state tutti tranquilli...". Il tutto per giustificare questo schifo di legge liberticida.

    Rispondi

    • Carmela Marino

      15 Settembre 2017 - 16:04

      Egregio lettore il fatto che lei abbia precise idee sulla legge sui vaccini, non la autorizza a definire spazzatura, un articolo che voleva soltanto riportare una verità su una voce di quartiere secondo cui il bimbo era già morto, descrivendo la vicenda così come è accaduta. Il bambino inoltre si è ripreso dopo pochi minuti a testimonianza del fatto che per fortuna in questo caso non si è verificata nessuna delle reazioni avverse cui fa accenno lei. Se per sfortuna, le conseguenze fossero state altre, le garantiamo che sarebbero state riportate con la stessa solerzia. Cordiali saluti.

      Rispondi

Mostra più commenti

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO