home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, «Il cimitero chiude»: custodi presi a randellate

Nuovo grave episodio, lunedì pomeriggio, stavolta ad Acquicella: vittime due dipendenti della Multiservizi che invitavano a lasciare la struttura per l'allerta meteo

«Il cimitero chiude»: presi a randellate

Stavolta teatro della malefatta è stato il cimitero di Acquicella, luogo di pace trasformato in un ring da alcuni che altro non potremmo definire se non delinquenti. In città soffiava un vento a 70 kmh, in virtù di una perturbazione che nella mattinata di lunedì aveva colpito anche la nostra città. Alberi e grossi rami erano crollati in diverse zone della città e dunque il sindaco Enzo Bianco, per sicurezza, aveva emanato un’ordinanza di chiusura dei parchi cittadini e, appunto, del cimitero melle ore pomeridiane.

Due addetti della Multiservizi hanno provveduto dunque a invitare quanti si trovavano ancora in visita ai propri defunti a uscire. Tutti hanno fatto quanto veniva loro richiesto, tranne due o tre individui, poi fuggiti, che non hanno gradito l’“invito” e si sono scagliati contro quei poveretti prendendoli a randellate, forse spalleggiati da altri. Una vicenda inquietante che oggi sarà formalmente denunciata all’autorità giudiziaria.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • mongibel

    13 Settembre 2017 - 13:01

    Ennesimo episodio d'intollerabile violenza a Catania. Che testimonia dell'elevato grado di arretratezza civile e sociale di una speriamo piccola frazione della sua popolazione. Cosa fare? Difficilissimo dirlo. Forse applicare con più rigore le leggi che certamente esistono. O forse cercare di coinvolgere siffatti individui in attività di gruppo in modo che la loro eterogeneità possa gradualmente attenuarsi conducendoli a comportamenti meno selvaggi, più vicini alla normalità. Comunque, non bisogna scoraggiarsi, ma rimboccarsi le maniche e darci dentro nell'opera di recupero.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO