home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, si alzano le sbarre, auto travolta da locomotiva

Tragedia sfiorata lungo la Catania-Caltagirone a 3 km da Scordia. Miracolato l'uomo alla guida della vettura

Catania, si alzano le sbarre, auto travolta da locomotiva

Un impatto violentissimo, la macchina centrata dalla locomotiva e trascinata per circa trenta metri metri a margine dei binari della linea ferroviaria Catania - Caltagirone.

Il grave incidente è avvenuto intorno alle 14 presso il passaggio a livello al Km 258+825 della linea Lentini diramazione - Gela a meno di 3 chilometri da Scordia tra il treno automotrice 12809 partito da Catania alle 13.20 e atteso alla stazione di Scordia alle 14 e una Passat station wagon Wolswagen, guidata da un 60enne di Scordia addetto alla manutenzione e gestione di un pozzo irriguo. Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli uomini della Polfer di Catania giunti sul posto insieme ai carabinieri di Lentini che si sono occupati dei rilievi, l’uomo era fermo sulla provinciale 28/I in attesa che si sollevassero le sbarre del passaggio a livello e imboccare la strada consortile che conduce alla Sp 16 per Lentini.

Al momento che si sono sollevate le sbarre, l’auto ha attraversato i binari non accorgendosi del sopraggiungere del treno che lo ha colpito fortunatamente nella parte posteriore dell’auto trascinandolo per qualche metro. Il treno ha fermato la sua corsa a un centinaio di metri dopo il luogo dell’impatto. Sul posto è giunta un’ambulanza del Sues 118 che ha potuto verificare le condizioni dell’uomo, uscito dall’auto illeso ma per precauzione è stato accompagnato all’ospedale di Lentini per alcuni controlli medici.

La tratta era stata riaperta due giorni fa dopo essere rimasta chiusa per sei mesi per permettere i lavori del doppio binario sulla Siracusa-Catania così come confermato da uno dei responsabili tecnici della rete ferroviaria italiana gestore dell’impianto che, tuttavia, non ha voluto esprimersi sulle cause dell’incidente e in particolare di come mai le sbarre si fossero alzate ancora prima del sopraggiungere del treno dalla vicina stazione di Palagonia distante meno di due chilometri.

A dare l’allarme sono stati alcuni agricoltori che erano in attesa del turno di acqua per l’irrigazione degli agrumeti e che si erano preoccupati visto il ritardo con cui l’uomo non aveva ancora provveduto alla erogazione dell’acqua. La tratta è rimasta interrotta per qualche ora mentre l’unico passeggero a bordo della “littorina” è stato fatto scendere e trasportato nel luogo di destinazione con una navetta sostitutiva messa a disposizione da Rfi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa