home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ospedale di Paternò, molesta un 15enne: arrestato un ausiliario

L'uomo, che avrebbe approfittato delle non perfette condizioni di salute del giovane, è stato arrestato

Ospedale di Paternò, molesta un 15enne: arrestato un ausiliario

PATERNO' - Avrebbe approfittato delle non perfette condizioni di salute del giovane e accompagnatolo in bagno, con la scusa di volerlo aiutare, rimasti soli, lo avrebbe molestato. E’ accaduto all’ospedale “SS.Salvatore” di Paternò, dove un ausiliario ospedaliero di 55 anni, avrebbe tentato di abusare di un 15enne, ricoverato in uno dei reparti della struttura.

I fatti sono stati denunciati dalla stessa vittima lo scorso agosto, anche se la notizia è trapelata solo ieri nel giorno dell’arresto del presunto molestatore. Dall’ospedale, per voce del direttore sanitario, Giuseppe Spampinato si evidenzia come dalla direzione sanitaria sono stati presi provvedimenti già all’indomani della notizia della denuncia, con il dipendente assegnato a mansioni diverse che gli impedivano contatti con i ricoverati e gli utenti della struttura sanitaria.

Ricostruendo i fatti bisogna risalire fino allo scorso mese di agosto. Il 15enne, residente in uno dei Comuni del catanese, era ricoverato in ospedale per un intervento di routine. Il giorno delle dimissioni si prepara all’arrivo dei genitori, per far ritorno a casa. Per motivi non chiari, pare per alcune difficoltà a muoversi da solo, un ausiliario ospedaliero si offre d’accompagnarlo in bagno e qui, una volta soli, avrebbe tentato di molestarlo.

Il ragazzo si è subito opposto a quell’inequivocabile approccio uscendo dal bagno. Nell’immediato non ha detto nulla, con il dipendente ospedaliero che ha lasciato la stanza del reparto indifferente. Il 15enne ha però atteso l’arrivo dei genitori e poi, tra le lacrime, ha detto tutto. Immediato il racconto prima ai sanitari della struttura ospedaliera e poi ai carabinieri della stazione di Paternò, dove è stata formalizzata la denuncia.

Scattate le indagini i carabinieri hanno sentito lo stesso giorno il presunto molestatore e il minorenne. La magistratura ha però deciso, nell’immediato, di non emettere nessun provvedimento, affidandosi ad ulteriori accertamenti dei militari dell’Arma. Un paio di mesi dopo l’accaduto, la decisione dell’autorità giudiziaria di emettere un provvedimento restrittivo, facendo scattare l’arresto. Il presunto molestatore è stato raggiunto da un’ordinanza che ne ha disposto il trasferimento nel carcere catanese di piazza Lanza.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • amicocal

    04 Ottobre 2017 - 18:06

    Perché assegnarlo a mansioni diverse? Bisogna mandarlo subito in un centro perchè sia curato e non possa nuocere

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO