home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, Circonvallazione paralizzata: di chi è la colpa?

Da quando sono ricominciate le scuole, complice il maltempo, diversi disagi per gli automobilisti che quasi ogni mattina restano bloccati nel traffico

Catania, Circonvallazione paralizzata: di chi è la colpa?

CATANIA - Nuova mattina da incubo per gli automobilisti catanesi a causa della paralisi quasi totale del traffico lungo la Circonvallazione, dorsale strategica della città resa però impraticabile da tutti gli interventi urbanistici degli ultimi anni, primo fra tutti l'abbattimento del cavalcavia sul Tondo Gioeni che permetteva ai flussi di traffico di non incrociarsi.

Da quando sono ricominciate le scuole, è una storia che si ripete ogni mattina. Ma negli ultimi giorni, complice il maltempo che costringe molti catanesi ad utilizzare l'auto invece dei mezzi a due ruote, la situazione è divenuta davvero esasperante per la gente che deve arrivare al lavoro in orario, che deve accompagnare i figli alle lezioni, che ha un appuntamento o che semplicemente deve muoversi per sbrigare commissioni. Anche perché il blocco del traffico nel volgere di pochi minuti si riverbera su tutte le strade che convergono sulla Circonvallazione. 

Sin dalle prime ore della mattina la Circonvallazione è rimasta bloccata per parecchio tempo in entrambe le direzioni di marcia. Abbiamo chiesto alla Polizia municipale e non sono stati segnalati incidenti stradali all'origine dell'eccezionale traffico veicolare, probabilmente causato dagli allagamenti che si creano ad ogni pioggia lungo questa strada fondamentale per la città. Allagamenti che bloccano le auto e creano quindi rallentamenti.

Il traffico di questa mattina, che solo dopo mezzogiorno è tornato ad essere più o meno regolare, non aveva quindi niente di tanto eccezionale, ma era dovuto solo ai molti catanesi che in una giornata di pioggia devono uscire con la loro auto per lavoro, per accompagnare i figli a scuola e per sbrigare faccende. E' questa la normale circolazione a Catania, a passo d'uomo.

Ma tutto è colpa anche dei tantissimi tornaindietro che sono stati realizzati lungo questa arteria fondamentale per la città. Se si blocca quindi il traffico in una direzione, presto si bloccherà anche nell'altra: è inevitabile. Sono vasi comunicanti.

Così la strada è un caos totale, con gli automobilisti esasperati che strombazzano senza soluzione di continuità, con altri che cercano improbabili manovre e inversioni di marcia per cercare invano di sfuggire alla morsa del traffico, dove restano bloccati anche i mezzi di soccorso.

La gente si chiede di chi è la colpa di tutto ciò: sicuramente di chi ha pensato di risolvere i problemi con i tornaindietro, ma - come detto - la "madre" di tutte le cause è certamente l'abbattimento del cavalcavia sul Tondo Gioeni senza che si fossero trovate delle reali soluzioni alternative come dei sottopassaggi. Al Comune dicevano che la Circonvallazione sarebbe diventata una strada a scorrimento lento ma continuo. Invece è diventata solo caos, una di quelle strade che tutti i catanesi vorrebbero evitare. 

In diverse interviste al nostro giornale, il sindaco di Catania Enzo Bianco - promotore con la sua Giunta dell'abbattimento del cavalcavia - ha detto che il Comune aveva individuato quali erano i problemi e che le maggiori difficoltà secondo gli esperti erano in direzione Ognina. Ma cosa ha fatto poi il primo cittadino per risolvere queste difficoltà? Visti i risultati, praticamente nulla.

E intanto i catanesi perdono tempo, salute, soldi e impegni mentre restano bloccati nel traffico infinito della Circonvallazione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 5
  • francesco

    04 Ottobre 2017 - 10:10

    Penso che un buon 50% di questi automobilisti potrebbero risolvere il problema facendo uso della metropolitana e con solo 12,00 Euro al mese risparmierebbero un bel gruzzoletto e ne guadagnerebbero in salute fisica e mentale ed inoltre farebbero respirare aria pulita

    Rispondi

    • Franktrank

      04 Ottobre 2017 - 14:02

      Dov’è il signor sindaco? Mostri gli studi di viabilità che hanno preceduto l’abbattImento del ponte oppure spieghi come intende risolvere il caos in cui versa la città.

      Rispondi

  • Bomba

    04 Ottobre 2017 - 18:06

    Complimenti La Sicilia, la padronanza grammaticale sfoggiata in quest'articolo mi fa' venire i brividi.

    Rispondi

Mostra più commenti

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO