home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Aci Castello, imprenditore ritenuto vicino ai clan, la GdF gli sequestra un appartamento

Si tratta di Salvatore Alfio Grillo. Dal 1990 ha dichiarato un reddito di 2 mila euro, ma nel 2011 ha acquistato un immobile del valore di 260 mila euro

Aci Castello, imprenditore ritenuto vicino ai clan, la GdF gli sequestra un appartamento

I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno sequestrato, su ordine del Tribunale etneo che ha accolto la richiesta della Procura, beni e disponibilità finanziarie riconducibili a Salvatore Alfio Grillo, 47 anni, persona più volte condannata per reati contro il patrimonio, ricettazione di auto rubate, truffa, spendita di monete falsificate e insolvenza fraudolenta.

Alle spalle ha anche condanne per triplice tentato omicidio e porto abusivo di armi da fuoco nonché la vicenda giudiziaria che ha visto Grillo indiziato di appartenere al clan “Cappello” perché ritenuto vicino ad Angelo Cacisi, detto “Ramazza”, elemento di spicco del clan tra il 2003 e il 2004 nel momento in cui quest’ultimo si teneva nascosto per sfuggire alle vendette trasversali di fazioni opposte alla propria.

GUARDA IL VIDEO

Grillo ha anche alle sue spalle arresti per usura e estorsione aggravata dal metodo mafioso, nell’ambito dell’operazione “Piramidi”, conclusa dalla Procura etnea nel marzo scorso. La Tenenza della Guardia di Finanza di Acireale ha così avviato, nei confronti di Grillo e del proprio nucleo familiare, mirate indagini patrimoniali volte a verificare la coerenza del loro patrimonio e del tenore di vita con i redditi dichiarati. Gli accertamenti di polizia economico-finanziaria hanno fatto emergere che a fronte di redditi complessivi del nucleo familiare ammontanti, dal 1990 al 2015, a meno di 2 mila euro annui, nel 2011, è stato acquistato un appartamento, mediante assegni, formalmente intestato al figlio venticinquenne, privo di redditi, di Grillo. Appartamento che ora è stato sequestrato anche se intestati a terze persone perché ritenuto provento di attività illecite. Il provvedimento di sequestro ha colpito l’immobile che ha un valore di 260 mila euro sito nel borgo marinaro di Aci Castello nonché 4 conti correnti intestati ai componenti del suo nucleo familiare.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO