home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, sbarca all'aeroporto con la valigia piena di cinture di pelle di coccodrillo

La Gdf e l'Agenzia delle Entrate hanno confiscato la merce ad una donna proveniente dal Madascar. Nel bagaglio aveva diversi oggetti confezionati con la pelle di un animale protetto e che sul mercato le avrebbero fruttato 8 mila euro

Catania, sbarca all'aeroporto con la valigia piena di cinture di pelle di coccodrillo

La Guardia di Finanza di Catania e il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno sequestrato all’aeroporto Fontanarossa di Catania 26 prodotti illegali realizzati con pelle di coccodrillo, specie protetta, ad una cittadina del Madagascar.

Il bagaglio da stiva della donna, residente in Italia e che stava rientrando in aereo da un periodo di vacanze nel suo paese di origine, è stato selezionato a seguito di un’analisi di rischio condotta sui passeggeri dei voli in arrivo nell’aeroporto etneo con transito da altre aerostazioni europee (nel caso di specie Parigi e Milano Malpensa).

La passeggera è stata fermata subito dopo che aveva ritirato la propria valigia dal nastro trasportatore. A seguito dell’ispezione del bagaglio sono state rinvenute 18 cinture, 1 borsa, 3 borsellini da donna e 4 portadocumenti tutti realizzati in pelle di coccodrillo, una specie protetta e inclusa nella Convenzione di Washington che prevede come alcune specie di animali e flora “protetti” nonché i loro derivati (quindi accessori e parti di abbigliamento) possano essere commercializzati solo siano accompagnati da una specifica documentazione che ne legittimi la detenzione e ne attesti la origine “legale”. Poiché la donna non aveva alcuna autorizzazione è stato eseguito il sequestro della merce - di ottima fattura e il cui valore sul mercato poteva fruttarle oltre 8.000 euro. La merce è stata confiscata.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Ricky

    03 Dicembre 2017 - 10:10

    Anche a me è accaduto la stessa cosa, tornando dalla Thailandia all’aeroporto di Catania alla dogana mi hanno sequestrato 3 borsette di pitone un portafoglio di coccodrillo e due false zanne d’elefante fatte con la resina regali destinati a mia moglie e alle mie nuore, con la differenza che il mio era tutto materiale etichettato con marca famosa e pelle proveniente d’allevamenti , stiamo parlando di una nazione dove si allevano legalmente questi animali e ne mangiano anche la carne , noi facciamo di peggio con i bidoni volpi marmotte ecc. però ci scusiamo applicando un certificato ciides ,mi sento veramente offeso è preso in giro

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO