home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ramacca, trovato il cadavere di un uomo ucciso a colpi di arma da fuoco

E’ quella della criminalità organizzata la pista al momento privilegiata dai carabinieri che indagano sull'omicidio di Emanuele Di Cavolo, di 33 anni

Ramacca, trovato il cadavere di un uomo ucciso a colpi di arma da fuoco

RAMACCA - E’ quella della criminalità organizzata la pista al momento privilegiata dai carabinieri che indagano sull'omicidio di Emanuele Di Cavolo, di 33 anni, il cui cadavere è stato trovato ieri a Ramacca, nel Catanese. L’uomo, che in passato era stato più volte denunciato per piccoli reati, originario di Paternò, è stato assassinato con diversi colpi di arma da fuoco e poi sarebbe stato finito a colpi di pietra. Indagano militari del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania, coordinati dalla Procura di Caltagirone.

Il cadavere è stato rinvenuto dai carabinieri ai margini della Ss 288, nelle vicinanze della diga artificiale “Ogliastro-Don Sturzo” e di una galleria stradale. Secondo le prime ipotesi, l’uomo sarebbe stato inizialmente colpito alla spalla da un proiettile. L’agguato mortale si sarebbe concluso con un’esecuzione più cruenta: alcune pietre sono state violentemente scagliate sulla testa della vittima, che avrebbe inutilmente tentato di fuggire. 

Non sarebbe ancora chiaro il movente del delitto. Accuse per reati contro il patrimonio e denunce sono state riscontrate nel curriculum penale di Di Cavolo. L’ultimo provvedimento restrittivo risale al 7 gennaio 2014, con l’esecuzione a Belpasso di un arresto in flagranza (in concorso con altri due soggetti) per il riciclaggio del motore di un’autovettura.

Gli inquirenti non trascurano nessuna “pista” e collegamenti con personaggi e fatti di criminalità organizzata di altri versanti del Catanese. L’episodio potrebbe non essere strettamente connesso, pertanto, a vicende di matrice locale o calatina. Il pregiudicato potrebbe essere stato “giustiziato” in un territorio extraurbano differente per provenienza e centro di interessi illeciti.

Dopo la prima ispezione e la successiva ricomposizione della salma, il corpo è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Caltagirone. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO