WHATSAPP: 349 88 18 870

«B&B, è un'estate da tutto esaurito e gli stranieri superano gli italiani»

«B&B, è un'estate da tutto esaurito e gli stranieri superano gli italiani»

«L’estate 2016 è un’estate che potremmo senz’altro definire da tutto esaurito».

Questo l’entusiastico commento di Franz Cannizzo, presidente dell’Associazione Etnea dei bed & breakfast e del mondo ricettivo extralberghiero (la categoria rappresenta anche le case vacanza e gli affittacamere) nata nel 2002, tra i primi sodalizi in Italia che aderisce alla Confcommercio di Catania.

«Un weekend “lungo” - analizza il presidente Cannizzo - da decine di migliaia di presenze complessive su tutto il territorio provinciale. Con un giro d’affari, per l’intero indotto turistico, che stimiamo in diversi milioni di euro».

Sarà questo il Ferragosto 2016, in tempi di prenotazioni last minute che stanno fioccando in questi giorni sulla costa ionica catanese, sull’Etna e sul Calatino, tre poli turistici individuati nella provincia che da venerdì scorso e sino a domani lunedì si apprestano a registrare, negli oltre 400 bed & breakfast, affittacamere e case vacanze presenti sul territorio provinciale, complice anche il bel tempo previsto, un tasso di occupazione camere del 100%, con chilometri di spiagge, scogliera e sabbia, affollate da turisti.

Se il bel tempo accompagnerà anche la seconda parte di agosto, l’ottima performance turistica dell’estate 2016 potrebbe portare a un superamento del numero dei turisti registrati nell’extralberghiero nel 2015 in tutta la provincia di Catania, che durante tutto lo scorso anno ha superato abbondantemente quota 200.000 presenze sul territorio etneo.

«Quest’anno abbiamo una crescita considerevole del turismo straniero - aggiunge Franz Cannizzo - che conferma l’aumento del segmento leisure estero a Catania e in Sicilia. Naturalmente questo dato ci fa ben sperare per il futuro, dopo decenni di turismo legato solo al segmento business, che permette solo uno sviluppo a metà e in mano a pochi del territorio. Buoni i risultati anche del turismo italiano».

Ad attrarre turisti, per Ferragosto, sul nostro territorio sono soprattutto il crescente appeal della Sicilia, ma anche e soprattutto la paura dell’Isis che ha azzerato i flussi turistici di territori nostri competitors.

«Il quadro è certamente molto positivo in questi giorni a cavallo di Ferragosto - continua - che conferma una crescita, pur se disordinata, perché siamo in assenza di una vera e propria strategia ben definita di sviluppo turistico del territorio».

Così evidenzia il presidente di Abbetnea Confcommercio, che legge la stagione estiva 2016 in vista di un 15 di agosto da overbooking. «In tutta la provincia etnea e nel resto della Sicilia gli elementi sono positivi, in particolare nella zona costiera – conclude Cannizzo – ed è proprio il connubio di mare, vulcano, enogastronomia e cultura a fare da calamita per gli stranieri che sorpasseranno, nel medio periodo, i turisti italiani. Va registrato, però, che anche gli italiani che scelgono Catania e la sua costa per le stesse ragioni sono molti, e, ci auguriamo, che saranno sempre di più».

In termini percentuali, secondo Abbetnea, la meta più desiderata dai turisti in questo periodo è il mare, e non potrebbe essere altrimenti, con le destinazioni balneari della costa messe al primo posto dal 38 per cento del campione.

I paesini dell’Etna sono scelti nel 25 per cento dei casi, favoriti anche dalla vicinanza alla costa.

il ponte di ferragosto

Fino a domani negli oltre 400 B&B sul territorio provinciale, si registrerà un tasso di occupazione camere del 100%, con km di spiagge, scogliera e sabbia, affollate di turisti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa