WHATSAPP: 349 88 18 870

Lega Pro, il Catania rientra tardi da Reggio ma la Polizia ha recuperato il telefono e l'orologio di Biagianti

Il furto commesso nello spogliatoio rossazzurro durante la partita. Identificati alcuni nomadi che vivono in un quartiere popolare di Reggio Calabria

Lega Pro, il Catania rientra tardi da Reggio ma la Polizia ha recuperato il telefono e l'orologio di Biagianti

Biagianti in azione a Reggio Calabria

Reggio Calabria. Da Reggio Calabria, il Catania è tornato tardi in sede. Il furto di effetti personali perpetrato ai danni del capitano Marco Biagianti ha lasciato il segno, almeno nel dopogara. L'intervento della polizia è servito a far recuperare al giocatore il telefonino e l'orologio che Biagianti aveva lasciato nello stanzone poi forzato dai nomadi di un quartiere popolare reggino.

La squadra nel pomeriggio si allenerà a Torre del Grifo ed è pronta a partire per la trasferta di Matera. C'è poco tempo a disposizione del tecnico Rigoli che, comunque, dispensa ottimismo: “Questa partita pareggiata e che avremmo dovuto vincere ci lascia comunque buone sensazioni e la certezza che bisogna lavorare molto ancora per far emergere i progressi”.

In squadra bisognerà valutare le condizioni fisiche di Bergamelli, mentre è al rientro, dopo aver scontato la squalifica, il centrocampista centrale Bucolo che dunque potrebbe essere convocato per la trasferta in casa di una delle favorite del campionato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa