WHATSAPP: 349 88 18 870

Università di Catania si prepara al voto per Senato Accademico

Il prossimo 5 ottobre, docenti e personale tecnico amministrativo dovranno scegliere tra 15 candidati oltre ai due per il settore amministrativo

Bufera Università, Recca: «Pignataro eviti all'Ateneo ulteriori vergogne e consenta elezione nuovo rettore»

Catania - L'Ateneo dell'Università di Catania si prepara ad una nuova tornata elettorale. Il prossimo il 5 ottobre si voterà per il Senato accademico. 

Dalle 9 alle 19, docenti e personale tecnico amministrativo dell’Università di Catania saranno chiamati alle urne per eleggere i loro rappresentanti in seno al Senato accademico per il quadriennio 2016-2020: gli eletti in questa tornata affiancheranno i diciotto direttori di dipartimento e ai sei rappresentanti degli studenti designati nella scorsa primavera.
I docenti saranno chiamati a scegliere otto rappresentanti delle diverse aree tecnico-scientifiche d’Ateneo: quattro professori associati e quattro ricercatori anche a tempo determinato (in quest’ultimo caso il loro mandato avrà durata biennale, invece che quadriennale). Per ciascuna area sarà costituito un collegio elettorale e i docenti potranno votare solo i colleghi afferenti alla propria area. La graduatoria finale sarà formata sulla base dei voti espressi per ciascun collegio elettorale.

 
I candidati, suddivisi per area, sono in totale 15: 7 associati e 8 ricercatori. I professori associati sono: Antonio Terrasi (dipartimento di Fisica e Astronomia, area scientifica disciplinare 02 – Scienze fisiche); Rosalba Parenti (dipartimento di Scienze biomediche e biotecnologiche, area scientifica disciplinare 05 – Scienze biologiche); Michele Messina (dipartimento di Ingegneria civile e Architettura, area scientifica disciplinare 09 – Ingegneria industriale e dell’Informazione); Andrea Manganaro (dipartimento di Scienze umanistiche, area scientifica disciplinare 10 – Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche); Alberto Andronico (dipartimento di Giurisprudenza, area scientifica disciplinare 12 – Scienze giuridiche); Sebastiano Mazzù (dipartimento di Economia e Impresa, area scientifica disciplinare 13 – Scienze economiche e statistiche) e Maurizio Avola (dipartimento di Scienze politiche e sociali, area scientifica disciplinare 14 – Scienze politiche e sociali).


I ricercatori candidati sono: Marianna Nicolosi Asmundo (dipartimento di Matematica e Informatica, area scientifica disciplinare 01 – Scienze matematiche e informatiche); Giuseppe Forte (dipartimento di Scienze del Farmaco, area scientifica disciplinare 03 – Scienze chimiche); Gaetano Ortolano (dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali, area scientifica disciplinare 04 – Scienze della Terra); Maurizio Di Mauro (dipartimento di Medicina clinica e sperimentale, area scientifica disciplinare 06 – Scienze mediche); Alberto Continella (dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente, area scientifica disciplinare 07 – Scienze agrarie e veterinarie); Angela Moschella (dipartimento di Ingegneria civile e Architettura, area scientifica disciplinare 08 – Ingegneria civile e Architettura); Giuseppe Mangioni (dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica, area scientifica disciplinare 09 – Ingegneria industriale e dell’Informazione) e Salvatore Vasta (dipartimento di Scienze della Formazione, area scientifica disciplinare 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche, psicologiche).


Per quanto riguarda il personale tecnico amministrativo, invece i candidati che si contenderanno i due posti disponibili sono Giulio Fortini, Antonella Lanzafame e Lorenzo Piscione.



COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa