WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, controlli nei ristoranti e nelle officine: multe, irregolarità e denunciati

In due ristoranti contestata la frode e le modalità di conservazione di alcuni alimenti (già scaduti), nelle officine l'illecito smaltimento di fumi e rifiuti

Catania, controlli nei ristoranti e nelle officine: multe, irregolarità e denunciati

Ancora controlli a Catania al fine di prevenire reati in materia ambientale e salute pubblica. Stavolta i poliziotti hanno effettuato dei sopralluoghi nel quartiere di Picanello, Borgo e in Piazza Duomo. Ed è qui che veniva controllato il ristorante denominato “Ambasciata del Mare” il cui titolare veniva indagato in stato di libertà per frode in commercio perché all’interno del congelatore vi erano dei prodotti surgelati non indicati nel menù come tali e perché deteneva sostanze alimentari non genuine come una una confezione di pasta frolla con scadenza “preferibilmente entro maggio 2016”. Gli alimenti venivano sequestrati mentre la pasta frolla distrutta. Inoltre è stato sequestrato un significativo quantitativo di pesce fresco privo di tracciabilità. Ma il personale dell’Asp, rilevando il buono stato di conservazione, ne ha autorizzato la donazione in favore della “Locanda del Samaritano” gestita dalla Chiesa.

 

GUARDA LE FOTO

Un altro controllo è stato effettuato al ristorante denominato “Acqua o’ Linzolo” e il titolare è stato denunciato per mal conservazione di alimenti con riferimento a diversi chili di alimenti surgelati coperti di brina e in pericolo di contaminazione. L’uomo è stato anche denunciato per violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. I Vigili del Fuoco per motivi di sicurezza hanno anche imposto l’immediato allontanamento di 2 bombole che si trovavano all’interno della cucina, posta a livello più basso del piano stradale che, come noto, rappresenta un pericolo. Inoltre, veniva denunciata per il reato di furto di energia elettrica la madre del titolare - alla quale era intestato il contatore dell’attività. Nella vicina Piazza Alonzo Di Benedetto, dove giornalmente insiste il mercato ittico, veniva controllato il deposito Nizza, di proprietà di due fratelli, che si occupa di custodire i banconi e le varie attrezzature dei pescivendoli del luogo, risultava totalmente abusivo e con in atto il furto di energia elettrica e in totale violazione delle norme in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro. I due fratelli sono stati denunciati per furto di energia elettrica e multati.

Nel corso della medesima giornata, venivano controllata e sequestrata una carrozzeria ubicata in via Palazzotto per mancanza di autorizzazione per l’immissione nociva dei fumi nell’atmosfera. I due titolari, che da oltre dieci anni svolgono detta attività, dichiaravano di sconoscere l’esistenza.

Inoltre, veniva controllata l’officina meccanica ubicata sempre in via Palazzotto e al titolare è stata contestata l’omissione della tenuta dei registri obbligatori di carico e scarico dei rifiuti. In atto accertamenti a cura del Reparto Annona dei Vigili Urbani in quanto al momento del controllo il titolare era sprovvisto delle necessarie autorizzazioni comunali.

In via Cagliari, personale della Volante Borgo “10”, durante un normale controllo di un’officina meccanica, ha accertato l’illecita attività di smaltimento dei rifiuti. Sequestrati anche i sette mezzi che vi erano parcheggiati perché senza assicurazione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa