WHATSAPP: 349 88 18 870

In attesa delle nuove rotte low cost, volare da e per la Sicilia rimane un lusso

Il turismo, anche golfistico, d'inverno può far calare i prezzi dei biglietti

In attesa delle nuove rotte low cost, volare da e per la Sicilia rimane un lusso

Per quanto riguarda Ryanair, ancora il programma della stagione estiva non è stato annunciato, ma è probabile che con i 51 aerei della compagnia irlandese si aprano nuove rotte, soprattutto da e verso le città del Nord Europa. Il succo è questo: tutta la fascia nordafricana con la Turchia e la Siria è impraticabile, Spagna e Grecia hanno stufato, quindi le nuove mete turistiche sono Sicilia e Calabria.

 

Dice l’assessore Barbagallo: «La Regione ha una interlocuzione con gli aeroporti e facciamo co-marketing. Ad esempio, quando c’è stato il Palermo-Seul abbiamo inciso sulla promozione del vettore aereo. Ora sosterremo una campagna pubblicitaria sui mercati soprattutto per spingere sui mesi non estivi. Ad esempio, oggi non abbiamo un volo comodo per Londra da Palermo. Credo che Ryanair abbia intenzione di sviluppare le rotte con il Nord Europa. Avremo la prossima settimana un incontro con i gestori dei sei campi da golf dell’Isola per collegamenti invernali con la Scandinavia e la Gran Bretagna. Ne parleranno con il presidente della Gesap di Palermo, Giambrone. Ci sono sei milioni di golfisti che d’inverno non possono giocare sui loro campi e quindi hanno tutta la convenienza di venire in Sicilia, dove se vogliono possono fare anche i bagni di mare».

 

E Catania?

«Questi campi da golf sono per buona parte proprio a Catania e comunque dobbiamo aspettare che l’amministratore delegato designato, Nico Torrisi, sia nel pieno dei suoi poteri per cominciare a programmare».

 

E la nomina di Nico Torrisi, secondo nostre informazioni, sarà ufficializzata, e quindi diventerà operativa, mercoledì 19 ottobre. In questa fase di attesa si capisce quanta importanza abbia l’apertura della “Morandi” come terminal B per i voli internazionali. Servirà a smaltire il traffico in aumento costante. Gli impegni pressanti della nuova dirigenza sono tre: cercare un affidabile partner internazionale, concordare una scaletta di interventi con l’Enac, aprire la “Morandi” il prossimo anno.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa