WHATSAPP: 349 88 18 870

Aci San Antonio, pranzano alla mensa, tre alunni in ospedale

Disavventura alla De Gasperi di Aci S. Antonio al "debutto" della nuova ditta

Aci San Antonio, pranzano alla mensa, tre alunni in ospedale

Pranzano a scuola e poco dopo si sentono male. Tre alunni della media dell’istituto “Alcide De Gasperi” di Aci Sant’Antonio sono finiti in ospedale per intossicazione da cibo e il sindaco Santo Caruso, per precauzione, ha sospeso la mensa. Non è stato dei migliori il debutto della nuova ditta che si è aggiudicata l’appalto per la refezione scolastica sino a dicembre: un’impresa di Mascali. Il menù, stabilito ed autorizzato dall’Asp, prevedeva pasta al sugo, frittata, una merendina ed una bottiglietta d’acqua, ma qualcosa avrebbe fatto male ai ragazzini che, consumato il pasto, hanno accusato sintomi di vomito e crampi allo stomaco. Gli scolari, allertati i genitori, sono stati accompagnati al pronto soccorso di Acireale. Ad uno di loro è stata anche somministrata una flebo disintossicante. In serata sono stati dimessi. All’ospedale per accertarsi dello stato di salute degli alunni si è anche recato il primo cittadino che, appresa la notizia dalla dirigente scolastica, ha fatto sequestrare dalla polizia municipale i pasti rimasti e segnalato l’accaduto all’autorità giudiziaria. Il cibo, prelevato da funzionari dell’Asp, sarà ora esaminato dagli esperti del servizio Igiene per accertare lo stato degli alimenti ed eventuali contaminazioni da batteri. «Tra gli alunni che hanno pranzato a scuola c’è anche mio figlio - ha spiegato il sindaco. Ora sarano gli analisti a verificare quanto accaduto». La refezione, attiva per 20 scolari della media ed un centinaio di bimbi della materna di via Stazzone, è stata intanto sospesa e ieri i genitori sono stati costretti a prelevare i figli entro l’ora di pranzo. «Ho dato questa disposizione tassativa – afferma Caruso – in attesa delle verifiche. Saranno ora avviate tutte le procedure di controllo anche da parte dei carabinieri del Nas. Il servizio – aggiunge il primo cittadino – rimarrà sospeso per l’intera settimana, speriamo di poterlo riattivare alla ripresa delle lezioni dopo la ricorrenza della commemorazione dei defunti. E’ stata una decisione – conclude il sindaco, che si scusa con i cittadini per il disservizio – dettata da un’emergenza, ma da responsabile della salute pubblica non ho esitato un istante...».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa