WHATSAPP: 349 88 18 870

Lega Pro, brutto stop del Catania a Francavilla: con l'uomo in più perde all'ultimo respiro

Nzola punisce i rossazzurri che non approfittano della superiorità numerica

Lega Pro, brutto stop del Catania a Francavilla: con l'uomo in più perde all'ultimo respiro

Le delusione di Biagianti [foto di Filippo Galtieri]

Francavilla Fontana. All'ultimo assalto, in undici contro dieci, il Catania affonda a Francavilla Fontana, punito dalla sterilità in attacco e da uno scatenato Nzola. Il francese al centesimo inserimento in area punisce i rossazzurri troppo deboli nella fase di possesso, mai pericolosi al momento di concludere, spesso e volentieri aggrediti dagli avversari che hanno corso il tripolo e difeso con ordine.

Una grande occasione per rilanciarsi in classifica, un passo falso che fa male e che mette ancora una volta a nudo i problemi in avanti di questa squadra che deve agguantare i play off, ma con qualche interprete diverso.

Nel primo tempo è la squadra di casa ad attaccare alla ricerca di un gol che Nzola sfiora in apertura. Ma a 7' dal riposo ecco l'imprevisto: il portiere Casadei ferma irregolarmente Paolucci lanciato a rete. Sarebbe stato gol quasi certamente. E, allora, si becca il cartellino rosso lasciando in 10 i compagni. Entra senza riscaldamento Albertazzi, i biancocelesti si chiudono ermeticamente sulla trequarti e il Catania cerca di fare circolare palla per stanare l'avversario.

Calil, schierato a sorpresa al posto di Di Grazia, agisce ora da esterno, ora da trequartista, favorendo i frequenti inserimenti di Biagianti negli ultimi venti metri. Ma il Catania deve anche guardarsi le spalle dall'atteggiamento tattico propositivo del Francavilla che avanza i laterali alla ricerca del vantaggio.

Nella ripresa, pur con l'uomo in più, il Catania rischia di beccarle da Nzola (11') la cui conclusione ravvicinata viene deviata in tuffo da Pisseri che salva ancora il risultato dopo aver sventato il pallonetto di Pastore al conclusione della prima parte del match. Con Barisic e Di Grazia in campo, il Catania cerca di accelerare, ma invece è ancora Pisseri a salvare la porta intervendo su Pastore e sul solito Nzola (29' s.t.). I rossazzurri pressano ma non tirano e non passano. Nzola fallisce il gol facile facile (36') spedendo fuori a tu per tu con Pisseri dopo aver saltato Bastrini. I titoli di coda vedono un solo protagonita: il francese beniamino di casa che sotto porta, su assist di Biason fa centro.

Il tabellino

Virtus Francavilla (3-5-2): Casadei 5 (dal 38' p.t. Albertazzi 6); Idda 6, Faisca 6, Abruzzese 6; Albertini 6,5 (45' s.t. Biason), Prezioso 6, Galdean 6, Alessandro 6,5 (dal 30' s.t. Pino 6), Pastore 7; De Angelis 6, Nzola 7. A disp. Costa De Toma, Vetrugno, Gallù, Tundo, Salatino, Turi, Finazzi, Abate. All. Calabro 7.

Catania (4-3-3): Pisseri 8; Di Cecco 7, De Santis 4,5, Bastrini 4,5, Parisi 4,5; Biagianti 7, Bucolo 6 (dal 30' s.t. Di Grazia), Fornito 5,5; Calil 4,5, Paolucci 5,5 (dal 16' s.t. Barisic 5), Mazzarani 5,5 (37' s.t. Russotto). A disp. Martinez, Nava, Scoppa, Silva, Piscitella, Mbodj, Djordjevic, De Rossi, Piermarteri. All. Rigoli 5.

Arbitro: Curti di Milano (Cucumo di Cosenza, Massara di Reggio Calabria).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa