home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Droga sull'asse Catania Ragusa, otto arresti

Il blitz della Guardia di finanza che ha sgominato un'organizzazione che si riforniva nel capoluogo etneo e spacciava nel centro ibleo. Sequestrati anche 100 mila euro in contante. Verso Ragusa almeno 120 chili di droga al mese

Droga sull'asse Catania Ragusa, otto arresti

La Guardia di Finanza di Ragusa ha sgominato una banda di spacciatori che, secondo l’accusa, riforniva le principali piazze di Ragusa. In manette sono finite otto persone. L’operazione è stata denominata Tuttocittà perché lo spaccio era diffuso nelle principali piazze del centro storico e della periferia di Ragusa. Un anno di indagini, tra pedinamenti, appostamenti intercettazioni telefoniche e captazioni ambientali di conversazioni tra presenti e con l’installazione di sistemi di monitoraggio - GPS - sulle autovetture dei corrieri, ha permesso di dare un nome e cognome ai corrieri, agli spacciatori da strada, agli acquirenti, di individuare i luoghi di stoccaggio delle sostanze, i mezzi utilizzati per gli spostamenti, e rifornitori ubicati soprattutto a Catania.

GUARDA IL VIDEO

Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Valentina Botti. L’organizzazione importava a Ragusa circa 30 chili di droga alla settimana. Il blitz è scattato nella notte tra il 20 e il 21 dicembre scorsi. I finaniri della tributaria di Ragusa, insieme ai colleghi del Gruppo Operativo Antidroga di Catania, hanno arrestato, nella sua abitazione di Catania, il pluripregiudicato Luca Calogero di 30 anni. Quest’ultimo era già riuscito a sfuggire alla cattura lo scorso 23 novembre, quando nel centralissimo Corso Italia di Ragusa, era stato inseguito e bloccato a bordo di un’autovettura presa in noleggio, mentre trasportava oltre 30 kg di marijuana. Nelle concitate fasi di inseguimento e bloccaggio del veicolo, Luca Calogero era però riuscito a fuggire e neanche l’esplosione di un colpo di arma da fuoco in aria a scopo intimidatorio operato da un finanziere, lo aveva indotto a fermarsi. La sua cattura è stata comunque possibile, dal momento che i militari conoscevano la sua identità e ne controllavano gli spostamenti attraverso diversi monitoraggi di natura tecnica. In quella circostanza comunque furono arrestati alcuni dei suoi complici tra cui Vincenzo venerando Manciagli di 36 anni di Acireale, Sel Sulo di 36 anni, albanese e Giuseppe Gurrieri 39 anni di Ragusa.

L’indagine ha permesso di ricostruire l’intera filiera criminale e hamesso in luce un’organizzazione che riforniva gli spacciatori locali di cocaina, hashish e marijuana. Nel mese di agosto in manette era finito Benedetto Salvino di 57 anni di Ragusa trovato in possesso di diverse dosi di cocaina. E Salvino è ritenuto il personaggio di spicco del sodalizio in grado di tenere diretti e personali rapporti con i capi clan catanesi. Successivamente sono stati arrestati altri soggetti legati a Salvino. Si tratta di Massimo Scuderi, 44 anni di Catania; Rosa Foti di 43 anni di Catania; Angelo Bruno di 26 anni di Ragusa, tutti reclusi nel carcere di Ragusa.

L’operazione ha consentito di segnalare alla Prefettura oltre 30 assuntori e ha permesso di sequestrare 35 chili di marijuana, 100 grammi di cocaina, centomila euro in contanti ritenuti provento dello spaccio, sei bilancini di precisione, otto cellulari utilizzati dai componenti la banda, un camper, un’auto e uno scooter.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO