home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Vento, pioggia e mari in tempesta, sindaci del catanese in allarme: «Uscite di casa solo se strettamente necessario»

Seguendo l'allerta lanciata dal Dipartimento regionale di Protezione civile, gli amministratori di alcuni comuni della provincia etnea, compreso il Comune di Catania, avvertono la cittadinanza sui rischi alluvione e dissesto idrogeologico

Vento, pioggia e mari in tempesta,  sindaci del catanese in allarme: «Uscite di casa il meno possibile»

L'allerta meteo prevista per le prossime ore specie per la Sicilia orientale, spinge gli amministratori dei comuni ad essere cauti. In molti stanno quindi diramando comunicati per suggerire ai propri concittadini di restare a casa, se si puo', o comunque di stare lontani da torrenti e da altre zone considerate a rischio.

E' quanto ha disposto il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, in base all'ultimo bollettino del Dipartimento regionale di Protezione Civile  che indica a partire dalla mezzanotte e per tutta la giornata di domani, domenica 22 gennaio, una fase di allarme e il massimo livello di allerta per il rischio idrogeologico e per il rischio idraulico.

«E’ in arrivo un’ ondata di maltempo da stasera alle 21.00 fino alle 24.00 di domenica, sono previste piogge temporalesche di fortissima intensità, che potranno assumere carattere alluvionale sulla fascia ionica etnea, venti molto intensi e mare in tempesta, - avvisa il primo cittadino -. Sono state attivate tutte le procedure previste. I volontari, i vigili urbani e il presidio di Protezione civile, che rimarrà aperto anche durante la notte. Invito tutti a ridurre all’indispensabile o ad evitare gli spostamenti, a prestare massima attenzione nei punti sensibili e a tenersi a distanza dalle strade limitrofe ai torrenti».

"Dalla mezzanotte, e per tutta la giornata di domani, i cittadini catanesi sono invitati - dice il Comune di Catania - alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici, evitare di utilizzare i mezzi a due ruote. Per ogni segnalazione si potrà chiamare il numero 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze, attivo 24 ore su 24, oppure ai numeri 095/7101148-49-50-55. Si potranno inviare anche email all’indirizzo protezionecivile@comune.catania.it." 

Anche il commissario straordinario del Comune di Aci Catena Vincenzo D’Agata, a seguito dell'allerta meteo comunicata dal dipartimento regionale di protezione civile, rende noto che dalla mezzanotte di oggi si prevedono 24 ore di forti piogge e temporali con fulmini.

«I cittadini - riporta una nota - sono invitati alla massima prudenza, ad uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale ed ad utilizzare i mezzi privati in caso di necessità. Si raccomanda di non avvicinarsi ai torrenti e di avere la massima cautela nel transito o stazionamento nelle seguenti vie: Via  IV Novembre, Via Badia, Via Roma, Via San Giacomo, Via Petralia, Via Spoto, Via Vittorio Emanuele alta, Via Mignemi, Via delle Olimpiadi, Via San Nicolò', Via scale S.Anna,Via Cervino, Via Finocchiari angolo via Russo Basile, Via Vampolieri, Via Reitana e Via Pescheria».

Analoghi provvedimenti per il Comune di Mascali, sempre in provincia di Catania. Il sindaco Luigi Messina, che ha predisposto un'allerta rossa in particolare per le zone A, H e I del comune, dal momento che  si prevedono condizioni meteo avverse, con il persistere di venti di burrasca e precipitazioni sparse, invita i cittadini ad evitare l’uso di mezzi a due ruote e di limitare la circolazione, pedonale e veicolare, ai casi di effettiva necessità, almeno fino al perdurare delle condizioni meteo avverse. "Qualora si rendesse necessario l’utilizzo di veicoli, si raccomanda di mantenere una velocità moderata e, comunque, adeguata alle condizioni stradali e meteo".

«Sto invitando prima di tutto la cittadinanza a non uscire di casa se non in caso di estrema necessità - afferma anche il sindaco di Acicastello Filippo Drago - evitando comunque di transitare nelle vie Vampolieri, Livorno, Dusmet, Scalazza, Litteri, Manzella, Barbagallo, Stazione, Acicastello, Vigo, Oliva San Mauro, Timparosa ed Empedocle, oltre ad attenersi a rispettare altre norme comportamentali previste in questi casi. Inoltre, ho disposto la chiusura del cimitero e del castello normanno, nonchè la sospensione del Mercato del contadino di Aci Trezza.
Infine, ho già disposto l'attivazione del Cento operativo comunale al quale la cittadinanza può rivolgersi, in caso di necessità, telefonando ai numeri telefonici fissi 095 7373516 oppure 095 271542 o al numero di telefono mobile 320 4339686».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa