home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Omicidio Valentina Salamone, al via processo a Nicola Mancuso

La richiesta di costituzione di parte civile avanzata dall’associazione antiviolenza Thamaia di Catania ha caratterizzato la prima udienza

L'omicidio mascherato da suicidio: rinviato a giudizio Nicola Mancuso, ora tutta la verità su Valentina

CATANIA - La richiesta di costituzione di parte civile avanzata dall’associazione antiviolenza Thamaia di Catania ha caratterizzato la prima udienza del processo a Nicola Mancuso, 32 anni, per l’omicidio di Valentina Salamone, la 19enne trovata morta il 24 luglio del 2010 in una villetta di Adrano. La Corte d’Assise si è riservata di decidere alla prossima seduta, che si terrà il 10 aprile. Nel procedimento sono già presenti come parti civili i genitori e i fratelli della vittima, assistiti dall’avvocato Dario Pastore.


Per il caso in un primo momento era stato chiesta l'archiviazione, ritenendolo un suicidio, ma la Procura generale di Catania ha avocato a sé l’inchiesta e dopo perizie dei carabinieri del Ris, che hanno ritenuto di avere trovato tracce di sangue dell’uomo sotto le scarpe della giovane, ha chiesto il processo per l’imputato, che è stato rinviato a giudizio 19 ottobre del 2016 dal Gup Marina Rizza. Mancuso, che è sposato ed aveva avuto una relazione con la vittima, si è sempre proclamato innocente.

L’uomo fu arrestato il 4 marzo del 2013 e scarcerato il 28 ottobre successivo dal Tribunale del riesame. Attualmente è detenuto per traffico di droga, reato per cui è stato condannato in secondo grado a 14 anni di reclusione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa