home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Aeroporto di Catania, ecco come sarà il nuovo terminal C

Un'area per sole partenze nell'ex "Norma": progetto all'Enac Costerà 800mila euro, i tecnici Sac: «Pronto entro fine estate»

Aeroporto di Catania, ecco come sarà il nuovo terminal C

Ecco come sarà il nuovo terminal C di Fontanarossa nell’attuale spazio di “Norma”. Il nuovo spazio sarà destinato esclusivamente alle partenze di “voli Schengen domestici” (quelli con destinazione Ue), tant’è che non sono previsti nastri di consegna bagagli. Nel progetto del terminal C sono previste quattro postazioni di check-in, quattro varchi di sicurezza e quattro gate. Il terminal - secondo le stime del progetto - potrà ospitare un flusso di circa 350 passeggeri l'ora. Sac stima di far transitare 40mila passeggeri al mese, mezzo milione l'anno. Nel terminal saranno inoltre realizzati due bar (uno prima dei varchi e l’altro nei pressi del gate); previste anche due aree commerciali.

 

GUARDA LA FOTOGALLERY

 

Ieri mattina, negli uffici di Fontanarossa, s’è svolta l’ultima conferenza di servizi decisiva per sbloccare il progetto. Seduti attorno allo stesso tavolo i vertici amministrativi e tecnici di Sac, insieme con i rappresentanti dell’Enac, delle società di handling, delle forze di polizia e dei responsabili dei servizi sanitari. Particolarmente importante, infatti, era il tema della distribuzione degli spazi all’interno del terminal. Al termine della riunione c’è stato un sostanziale via libera al progetto, che adesso sarà inviato all’Enac per l’approvazione. Si tratta di una “riqualificazione della riqualificazione”: la struttura, infatti, era stata costruita nel 2000 per guadagnare lo spazio nel frattempo sottratto dai lavori di ristrutturazione di Fontanarossa. Dopo la fase di “supplenza”, l’area venne dismessa e chiusa al pubblico, assieme al vecchio terminal “Morandi”.

 

Nel 2014 lo spazio, con un importante intervento, venne adibito a “centro polifunzionale agroalimentare e turistico”. Nacque così “Norma”, uno spazio-vetrina legato all’Expo, con un investimento di 2,7 milioni per i lavori e di oltre un milione per arredi e servizi vari. Un progetto ambizioso, che andava oltre la vetrina dell’evento milanese, con l’idea di aprire l’aeroporto alla città, oltre che ai turisti in transito, con shopping di qualità, corsi di cucina ed eventi. Adesso, con una spesa stimata in circa 800mila euro, si torna al passato: un terminal. Che potrebbe ospitare alcune compagnie (si parla di Volotea, Euro Wings e German Wings), facendo respirare l’area principale delle partenze al primo piano, soprattutto ai varchi di sicurezza.

 

Intanto, arriva la conferma di una (bella) notizia anticipata negli scorsi giorni dal nostro Tony Zermo. Sac informa che «nei giorni scorsi l’amministratore delegato Nico Torrisi ha raggiunto un accordo con Alitalia per rinnovare l’accordo per la sala vip della compagnia aerea: un spazio dedicato al piano Partenze del terminal dell’aeroporto di Catania dove lavorano, 27 persone dell’indotto ingaggiate sul territorio: 20 addetti al desk, 3 al catering e 4 alle pulizie». Soddisfazione è stata espressa dall’ad Torrisi e dal presidente Daniela Baglieri.

Twitter: @MarioBarresi

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa