home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, non tornò in carcere durante la semilibertà: preso

La Guardia di finanza arresta il latitante Gabriele Piterà: a un posto di blocco aveva anche esibito documenti falsi sperando di non essere riconosciuto

Catania, non tornò in carcere durante la semilibertà: preso

CATANIA - Il latitante Gabriele Giuseppe Piterà, 35 anni, è stato arrestato da militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania, in esecuzione del provvedimento di cattura emesso l’8 febbraio scorso dal Tribunale di sorveglianza del capoluogo etneo. L’uomo , che per la commissione di delitti contro il patrimonio stava scontando una pena, in regime di semilibertà fino al gennaio 2019, nel carcere di Augusta, era ricercato dal 24 gennaio scorso quando non ha fatto rientro nell’istituto penitenziario.

Militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Catania, nel tardo pomeriggio del 25 aprile, durante un servizio finalizzato alla prevenzione del traffico di stupefacenti, hanno fermato per un controllo su strada una Lancia Y in transito sulla statale 114, vicino Aci Trezza, e riconosciuto il latitante che era alla guida dell’auto. Piterà ha esibito un documento con false generalità e i militari hanno potuto eseguire il provvedimento restrittivo della libertà personale soltanto dopo aver compiuto più approfonditi accertamenti che hanno portato alla conferma della sua identità. Tratto in arresto è stato condotto nel carcere di Catania Piazza Lanza e contestualmente denunciato per uso di documento d’identità falso. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa