home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Aeroporto Catania, investimenti per 95 mln fino al 2020: firmato "Contratto di Programma" fra Sac ed Enac

Tra le priorità concordate la realizzazione dei Terminal B e C rispettivamente nella ex Morandi e nell’ex padiglione Norma

"Contratto di Programma" Sac-Enac: ad aeroporto Catania 95 mln di euro

CATANIA - E’ stato formalizzato a Catania il "Contratto di Programma" tra la Sac, azienda che gestisce l'aeroporto internazionale Vincenzo Bellini, e l’Enac che da il via libera investimenti infrastrutturali per 95 milioni di euro per il quadriennio 2017-2020. Sono tre le priorità concordate: realizzazione dei Terminal B e C, rispettivamente nella ex Morandi e nell’ex padiglione Norma; riqualificazione Air Side e piano parcheggi. Sono interventi funzionali che garantiranno un miglioramento sensibile nella qualità dei servizi offerti sia al crescente numero dei passeggeri sia alle oltre 70 compagnie aeree partner dello scalo. Proprio nei giorni scorsi, Enac ha diffuso il rapporto trimestrale sul traffico negli aeroporti italiani che documenta come Catania Fontanarossa, con il +16% di crescita registrato nei primi tre mesi del 2017, sia lo scalo con la più alta percentuale di sviluppo. Alla stipula del Contratto di Programma erano presenti Roberto Vergari e Vincenzo Fusco per Enac, Daniela Baglieri e Nico Torrisi per Sac.


«Quello di Catania - ha detto Roberto Vergari, direttore vigilanza recnica Enac - insieme ai sistemi aeroportuali di Roma, Milano e Venezia, è tra i più grandi del Paese. Ma vanno recuperati alcuni elementi di capacità e ci sono lavori contingenti da portare a termine per dare continuità e qualità dei servizi ai passeggeri. Oggi si fa un passo avanti con questi investimenti da realizzare in tempi veramente stretti. Enac garantirà un monitoraggio continuo affinché vengano portati a termine tempestivamente e secondo un cronoprogramma puntuale».


«Con la firma del Contratto di Programma - ha osservato Daniela Baglieri, presidente Sac - si rinnova il patto fra l'Authority aeroportuale e la società di gestione del più grande scalo del sud Italia e si chiude un percorso, quanto mai necessario, nella direzione dello sviluppo infrastrutturale e dell’erogazione dei servizi commisurati al costante incremento dei passeggeri». L’amministratore delegato di Sac, Nico Torrisi ha sottolineato che «il Contratto di Programma è un piano di investimenti sostenibile» perché «assolutamente in linea con le possibilità economiche e finanziarie di Sac e ha trovato il supporto e la fiducia di importanti istituti di credito, pronti a sostenere l’impegno economico».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa